14.9 C
Trieste
lunedì, 3 Ottobre 2022

Dalle guerre ai matrimoni (nobiliari): la storia del castello di Duino

08.08.2022 – 10.38 – Prima di tutti, vi erano i romani: un avamposto militare, naturale evoluzione di una posizione geografica strategica. Dal quattordicesimo secolo venne costruito l’attuale castello di Duino Aurisina, dietro volontà di Ugone, capitano di Trieste, che inglobò alcuni elementi fortilizi del X secolo, il cosiddetto Castelvecchio.
Nell’ultimo quarto del quindicesimo secolo (1472), il castello passò dalla casata dei Walsee, imparentati con Ugone, all’imperatore Federico II d’Asburgo. Questi a propria volta impiantò quale responsabile Niklas Lueger e una successione di capitani che si erano distinti nella difesa di Trieste contro le prepotenze di Venezia. Le fortificazioni vennero ampliate, in funzione anti turca e anti veneta; e la funzione militare rimase preminente, specie con il passaggio del castello nel 1514 a Johann Hofer, condottiero “collega” di Massimiliano I d’Asburgo. Nel 1522 la Signoria di Duino passò al Ducato di Carniola ed, estinta la casata Hoenfels, il castello rimase alle figlie che sposarono il conte Raimondo della Torre di Valvassina, il quale assunse poi il cognome tedesco Hofer. La nuova famiglia nobiliare rimase al potere per due secoli e mezzo, sino a quando nuovamente l’unica erede sposò Alexander von Thurn und Taxis, portando in dote il castello. Il figlio Alessandro, riunendo i von Thurn e i della Torre di Valvassina, divenne il primo duca di Castel Duno eletto dal re d’Italia Vittorio Emanuele II di Savoia nel 1923, prontamente italianizzando il cognome in Della Torre e Tasso.
Sotto il profilo letterario il castello di Duino rimane famoso per la visita dello scrittore e poeta boemo Rainer Maria Rilke, le cui Elegie Duinesi nobilitarono il passato sanguinoso dell’area, trasmettendo efficacemente la bellezza del castello e della sua principessa, Maria della Torre e Tasso. Tutt’oggi, nonostante i traumi novecenteschi, specie durante l’occupazione della Seconda Guerra Mondiale, il castello rimane proprietà dei Principi della Torre e Tasso.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore