30.9 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

Vela, Lady Day campione del Mondo ORC a Porto Cervo

01.07.2022 – La vela Offshore Racing Congress (ORC) ha i suoi nuovi campioni del mondo. E, tra i vincitori di Porto Cervo (location sarda dove ieri, giovedì 30 giugno, si è concluso l’ORC World Championship 2022), c’è anche il triestino Corrado Annis che, al timone di Lady Day, l’Italia 998 alla cui conduzione ha partecipato alla rassegna iridata, ha conquistato il titolo mondiale nella divisione corinthian del gruppo C. Il successo di Annis, che fa parte della grande famiglia dello Yacht Club Adriaco, non è certamente il primo per il club giuliano in questa stagione, che ha già visto la società triestina trionfare in diverse occasioni.

Non è stata, però, una vittoria semplice, quella centrata da Lady Day nel campo di regata di Porto Cervo. A spiegare il perché, raccontando le diverse “fasi” dell’importante risultato, è lo stesso armatore e timoniere di Lady Day, Annis. Che prima, però, ci tiene a ringraziare tutti quanti hanno contribuito alla vittoria iridata: “Questa vittoria – esordisce Annis – è il coronamento di un lungo percorso portato avanti negli anni con un team fantastico di amici e grandi velisti uniti dalla grande passione per questo sport.”. La “costruzione” della vittoria è stata lunga e faticosa: “A questo risultato siamo arrivato passo per passo convinti di poter centrare l’obiettivo ben sapendo che per farlo non avremmo dovuto sbagliare niente.”.

Cionondimeno, le difficoltà nella corsa al titolo non sono certo mancate: “Invece il nostro Mondiale è iniziato nel peggiore dei modi – racconta Annis – con un ritiro nella prima prova lunga del programma che non è scartabile.”. Da lì in poi, per Lady Day e il suo equipaggio la strada è stata tutta in salita, ma questo non ha certo scoraggiato i naviganti: “Abbiamo dovuto quindi costruire con molta calma una rimonta e per farlo dovevamo “solo” navigare al massimo senza alcun margine di errore. È stata una lotta fino all’ultima prova – spiega il timoniere – e ora siamo qui con la medaglia più pesante e più bella della storia di Lady Day al collo. Un grazie speciale a tutti i ragazzi che oggi e in passato sono stati i protagonisti di questo lungo percorso di Lady Day e un grazie ai partner che hanno reso possibile questa sfida conclusa al meglio.”.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore