13.2 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Sanità, Liguori (Citt) e Ussai (M5S) su ex Usca: “Regione risolva situazione”

07.07.2022 – 18.10 | “Il nuovo incremento dei casi di Covid-19 fa crescere la preoccupazione di cittadini e operatori della sanità, soprattutto ora che il servizio delle Unità speciali di Continuità assistenziale (Usca) che, nel corso della pandemia, hanno svolto un ruolo fondamentale per la cura e l’assistenza dei malati sul territorio, è stato sospeso”. Lo afferma in una nota la consigliera regionale Simona Liguori (Cittadini), preannunciando l’atto d’Aula che presenterà in occasione del prossimo Question time e riportando la notizia della previsione delle Unità di Continuità assistenziale (Uca), equipe medica distrettuale che dovrebbe prendere il posto delle Usca.

“Vorremmo sapere – questo l’obiettivo dell’interrogazione civica – come effettivamente si muoverà la Regione sulla gestione di questo problema. Posto che, altrimenti, tutto il carico di lavoro si sposterà inevitabilmente sulle strutture ospedaliere e sui medici di Medicina generale, unici riferimenti per i malati. Sul punto – conclude Liguori – vanno chiariti molti aspetti: con quali criteri nascerà questa nuova forma assistenziale? Quali saranno compiti e compensi?”.

Sul tema si è espresso anche l’esponente del MoVimento 5 Stelle, Andrea Ussai. “Ci uniamo alla richiesta dei medici ex USCA di Monfalcone e Trieste, che sollecitano la definizione di un accordo complessivo con le organizzazioni sindacali che rappresentano la medicina generale, per dare certezze a cittadini e professionisti. Il passaggio dalle USCA alle UCA dal 1° luglio era noto da tempo – sottolinea Ussai -. Le Aziende sanitarie, magari in extremis, si sono mosse cercando una soluzione al problema. Ma, fuori tempo massimo, è arrivata un’indicazione della Regione che ha vanificato ogni sforzo, provocando il malcontento tra i professionisti – conclude l’esponente M5S -. Tocca all’assessore Riccardi sedersi al tavolo con le rappresentanze dei medici di medicina generale, cosa che diversi sindacali chiedono ormai da tempo, per risolvere una situazione che sta privando i cittadini di un servizio fondamentale.”.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore