21.6 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

La Slovenia e la Croazia tutelano il formaggio di pecora istriano

27.07.2022 – 07.01 – Il Ministero dell’Agricoltura sloveno ha protetto temporaneamente a livello nazionale il “formaggio di pecora istriano” (Istarski ovčji sir), utilizzando una designazione di origine protetta. Una mossa richiesta dagli allevatori croati e sloveni istriani. Il formaggio dovrà non solo essere prodotto, quanto confezionato in Istria, con un’etichetta che ne assicuri l’autenticità.
Il Ministero dell’Agricoltura croato aveva optato per la protezione nazionale transitoria del “formaggio di pecora istriano” come denominazione di origine protetta lo scorso gennaio 2022. Il nome “formaggio di pecora istriano” verrà pertanto protetto attraverso un progetto transfrontaliero che coinvolgerà tanto i produttori sloveni, quanto croati. La richiesta di tutela era stata inoltre sottoposta lo scorso inverno 2022 alla Commissione Europea per la registrazione del nome “formaggio di pecora istriano” come designazione di origine protetta a livello UE.
Ma di che formaggio si tratta? Si tratta di un formaggio a pasta dura, intero, ottenuto dalla coagulazione del latte di pecora crudo o pastorizzato mediante caglio con separazione del siero di latte. Il latte per la produzione di questo formaggio è ottenuto da pecore allevate esclusivamente in Istria
Dalla dominazione veneta, a quella asburgica, alle cicatrici della prima e della seconda guerra mondiale: l’Istria ha vissuto una storia sofferta, ma il suo formaggio ha travalicato i secoli, sopravvivendo sino ad oggi, quando da povero alimento della popolazione è divenuto una delizia gastronomica.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore