13.1 C
Trieste
domenica, 2 Ottobre 2022

FVG tra le mete 2022 più gettonate, Fedriga: “Ora serve continuità”

19.07.20229.38 – I dati del sondaggio Demoskopika collocano il Friuli Venezia Giulia tra le destinazioni più gettonate del 2022 tra chi ha dichiarato di trascorrere una vacanza in Italia.
“E’ l’inizio di un percorso che richiede continuità, uniformità e impegno da parte di tutti” ha detto il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, durante la conferenza stampa di presentazione dei risultati del sondaggio commissionato attraverso PromoturismoFVG, a Demoskopika per analizzare immagine, appeal e driver della regione, rilevando consumi, tendenze e aspettative degli italiani (turisti potenziali e non) in relazione alla destinazione turistica regionale. Assieme al governatore, anche l’assessore alle Attività produttive e Turismo Sergio Emidio Bini, il direttore generale di PromoturismoFvg, Antonio Bravo, e il direttore marketing Bruno Bertero.
Dal sondaggio emerge che il Friuli Venezia Giulia è tra le destinazioni più gettonate per il 2022 tra chi ha dichiarato di trascorrere una vacanza in Italia (75,8%), collocandosi tra le mete turistiche italiane con un livello di interesse medio alto insieme a Trentino-Alto Adige, Toscana, Marche, Sardegna e Calabria. Oltre 8 italiani su 10 che dichiarano di conoscere la nostra regione esprimono il loro interesse a visitarla. Il 90,1% degli italiani che si è recato in Friuli Venezia Giulia per una vacanza o per un viaggio, almeno una volta negli ultimi anni, ci ritornerebbe nuovamente.
Nel dettaglio, il sondaggio presentato ieri (18 luglio) è stato realizzato su un campione rappresentativo di 1.002 cittadini maggiorenni residenti in Italia secondo gli ultimi dati Istat relativi al 2021. Per approfondire ulteriormente l’analisi, il campione è stato indagato anche per alcune variabili strutturali: età, sesso, macro-area di residenza (Nord-Ovest, Nord-Est, Centro), composizione del nucleo familiare, livello di istruzione, condizione occupazionale.
Numeri che per l’assessore Bini rappresentano l’impegno con il quale l’Amministrazione regionale, con PromoturismoFvg, ha rilanciato in modo importante l’immagine del Friuli Venezia Giulia. L’assessore ha ribadito l’impegno impiegato nell’investimento nel comparto turistico, unito al lavoro di promozione attraverso i media, con interi spazi pubblicitari dedicati alla regione.

Fedriga e Bini hanno anche comunicato i primi dati della stagione 2022 nel periodo maggio-giugno confrontandoli con quelli del 2019, che segnano un +4,3% sulle presenze con località che stanno crescendo in modo importante: Trieste +15%, Lignano Sabbiadoro + 11%, Gorizia + 19%.
Oltre agli investimenti promozionali e sul territorio, Fedriga e Bini hanno ricordato l’impegno dell’Amministrazione regionale a sostegno del settore turistico e ricettivo sul fronte normativo, attraverso una norma specifica inserita in assestamento volta ad incentivare gli insediamenti turistici di qualità nelle aree montane e che permetterà di  sostenere fino al 20% dell’investimento privato in favore di strutture ricettive di alto livello. Sul punto, Fedriga ha sottolineato la necessità di rafforzare la partnership pubblico-privata e migliorare e ammodernare le strutture ricettive, considerate come biglietto da visita della regione.

Il Friuli Venezia Giulia viene percepita quale meta sicura nella fase post-pandemica prioritariamente perché rispettosa dell’ambiente, poco congestionata. L’appeal della regione cresce: fra i driver vincenti del livello di reputazione della destinazione vi sono il buon rapporto prezzo/qualità dell’offerta, la facilità di raggiungerla per la vacanza, le attrazioni naturali e il patrimonio storico, artistico e culturale e la tradizione enogastronomica. Sul versante della promozione, l’agenda suggerita dal mercato non lascia spazio a dubbi: il campione degli intervistati suggerisce di puntare sui social (44,3%), campagne tv (42,5%) e favorire il tradizionale passaparola (27,8%). Gli aspetti principali che il FVG evoca secondo l’immagine percepita degli italiani sono il rispetto dell’ambiente, ospitalità, il patrimonio culturale e le tradizioni enogastronomiche. Quanto al local tourism reputation index, Trieste è in testa, seguita da Lignano Sabbiadoro e Udine.

[g.l.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore