30.9 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

Caldo e afa, sei consigli per un’estate a misura di Fido

28.06.2022 – 10.55 – In queste soleggiate giornate estive il caldo e l’afa si fanno sempre più sentire, e a soffrirne non sono solo gli umani ma anche, e in particolar modo, gli animali. Chi ha un cane sa bene però che è impossibile evitare le uscite, necessarie per i suoi bisogni primari e più in generale, proprio perché parte integrante della famiglia, è normale che trascorra buona parte delle sue giornate assieme a noi. Ecco quindi alcuni accorgimenti per salvaguardare la salute dei vostri amici a quattro zampe e godersi l’estate assieme a loro.

Le passeggiate: i cani a differenza degli umani non hanno protezioni per le proprie zampe, con il serio rischio di bruciarsi durante la passeggiata. Nonostante possano non farlo notare, le lunghe camminate sulla sabbia o sull’asfalto bollente potrebbero essere per loro molte dolorose e paragonabili ad una camminata sui carboni ardenti. Meglio quindi prediligere le ore mattutine o serali per portare a spasso Fido o, se non vi è la possibilità di farlo durante quelle fasce orarie della giornata, prediligere zone verdi o comunque d’ombra.

Attenzione al sole: se per l’uomo trascorrere troppo tempo sotto i raggi solari può essere dannoso, per i cani lo è ancora di più; si va dal rischio di arrossamenti e dolorose vesciche sul corpo fino al colpo di calore i cui sintomi sono ben riconoscibili: i primi campanelli d’allarme sono la tachipnea, ossia la respirazione più veloce del solito, e la debolezza, che possono evolvere in vomito e convulsioni. Evitare quindi di tenere il cane sotto il sole per più di mezz’ora e, eventualmente, utilizzare creme solari prive di zinco.

La macchina: ci si augura di non doverlo ricordare, ma è comunque bene ribadirlo, mai lasciare il proprio cane in macchina, nemmeno con il finestrino abbassato. Non potendo sudare i cani percepisco maggiormente il caldo rispetto agli umani, e un ambiente ristretto come quello di un’automobile non farebbe altro che peggiorare la situazione con il rischio di seri danni per la sua salute.

Le nuotate: ogni cane è diverso, c’è chi in spiaggia preferisce rimanere a dormire all’ombra di un albero e chi invece ama tuffarsi in mare e prodigarsi in lunghe nuotate. Tuttavia, è comunque necessario prendere alcuni accorgimenti: i cani di piccola taglia, ad esempio, se immersi troppo a lungo rischiano l’ipotermia; inoltre, ricordatevi sempre di asciugare bene il vostro amico peloso quando esce dall’acqua in quanto il sale nelle orecchie può essere causa di irritazioni o vere e proprie infezioni; infine, controllate sempre che non beva l’acqua di mare, in quanto se ingerita in grandi quantità, nei casi più gravi, potrebbe causare un vero e proprio avvelenamento da sodio con sintomi quali diarrea, disorientamento e convulsioni. E’ bene inoltre evitare il bagno in piscina in quanto potrebbero ingerire del cloro, sostanza potenzialmente dannosa per loro.

Disidratazione: se siete in giro con Fido è bene ricordarsi di portare sempre con sé dell’acqua e a casa controllare sempre che abbia a disposizione una ciotola piena. La disidratazione è infatti fatale tanto per l’uomo quanto, ovviamente, per il cane.

Gli insetti: zecche-cane è un binomio che chi ha un amico a quattro zampe conosce molto bene. In estate, passando più tempo all’aperto e con il clima più mite, aumenta anche l’esposizione dell’animale a parassiti quali pulci e zecche. La prima accortezza sarà quella di fornire all’animale un’adeguata protezione per mezzo di pratiche gocce spot-on o di appositi collari antiparassitari.

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore