22.1 C
Trieste
martedì, 5 Luglio 2022

Triveneto Meeting, trionfo Tortu e Bogliolo, qualche guaio per Gimbo…e non solo

29.05.2022 – Tanti campioni e tanto spettacolo. Tanto pubblico, ma anche tanto vento. E non manca qualche piccola polemica…di certo, nel pomeriggio di ieri (sabato 28 maggio), gli appassionati di sport triestini (e non) che hanno assistito alla quindicesima edizione del Triveneto Meeting-Memorial Jack Benvenuti di atletica leggera su pista, svoltosi allo stadio Giuseppe Grezar e organizzato dalla Polisportiva Triveneto Trieste, non si sono fatti mancare nulla. E hanno dimostrato di apprezzare, sin dall’inizio, quando hanno accolto le stelle (soprattutto i due ori olimpici azzurri, Tortu e Tamberi, ma non soltanto loro) sotto scroscianti applausi.

Certo, non tutti i big sono riusciti a dare lo spettacolo che avrebbero voluto, anche a causa, per l’appunto, dele condizioni meteo non certamente ottimali, che hanno influenzato sicuramente in negativo le prestazioni di diversi big. Anche se qualcuno dei campioni è riuscito comunque a importi, a dispetto del clima. Se Tortu non delude, vincendo la prova dei 100m maschili in 10″14 (precedendo sul podio Cissé e il “padrone di casa”, Fornasari), il sudafricano van Niekerk non riesce a concludere la sua prova sui 200m (vinta a sorpresa dal cubano Mena) a causa di un infortunio. Non va meglio a Tamberi: il saltatore marchigiano, infatti, chiude la sua prova in anticipo dopo aver saltato 2,20m e fallendo due volte i 2,23m (misura con cui il brasiliano Moura ha invece vinto la prova). Non che Gimbo sia incappato in una giornata no e, a spiegarlo, è lo stesso atleta civitanovese in uno sfogo sui social, in cui lamenta le condizioni della pista che lo hanno indotto a “limitarsi” per evitare di infortunarsi. Va meglio, pur senza la vittoria, a Bencosme, che corre i 400m maschili a ostacoli in 50″60, venendo battuto però da Bertoncelli, classe ’99 che centra il primato personale vincendo la prova in 50″46.

Tra le donne, grande successo per Bogliolo, vincitrice dei 100m ostacoli femminili davanti alla triestina Mosetti. Figura bene anche Zago, portacolori azzurra under 23 che si piazza sul podio nei 400m femminili, alle spalle della vincitrice Baas e della seconda Shida. Tra chi non può esultare c’è invece un’altra attesissima della vigilia, Mattagliano, che ha finito anzitempo la sua prova negli 800m femminili, vinti dalla slovena Sadek davanti alla connazionale Klojcnik e Westling.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore