18.7 C
Trieste
giovedì, 26 Maggio 2022

Triestina, al “Rocco” passa il Palermo

08.05.2022 – Il primo atto dei playoff tra Triestina e Palermo è appannaggio degli ospiti. I ragazzi di Baldini, infatti, si impongono in un “Nereo Rocco” che così pieno non lo era da tempo per 1-2, grazie a due reti fotocopia di Floriano sul tramontare del primo tempo. Si mette decisamente in salita, per la Triestina, che al ritorno dovrà necessariamente vincere segnando due reti in più dei rosanero, se vorrà accedere al secondo turno. Anche stasera, comunque, Bucchi ha dovuto fare i conti con la tenuta fisica dei suoi, con ben due cambi obbligati dopo appena mezz’ora di partita. Non sono mancati, però, gli errori in fase difensiva: quelli che il Palermo ha sfruttato alla perfezione, al contrario della Triestina, che avrebbe potuto sfruttare meglio qualche occasioni. Adesso la testa va alla gara di ritorno, in programma al “Renzo Barbera” giovedì 12 maggio.

TRIESTINA-PALERMO: LA CRONACA
Davanti a un “Rocco” con la tifoseria delle grandi occasioni, il mister Bucchi conferma esattamente gli undici che hanno battuto la Pro Patria: Offredi in porta, retroguardia con Rapisarda, Negro e Ligi, corsie laterali coperte da Lopez a sinistra e da St Clair a destra, con Crimi e Calvano in mediana e la coppia Trotta-Procaccio a supportare bomber Gomez. Baldini non lascia spazio a sorprese, con l’unica “novità” rappresentata da Massolo, confermato tra i pali nonostante il rientro di Pelagotti. Per il resto, solito 4-2-3-1, con De Rose e Dall’Oglio in regia e con Brunori unico terminale offensivo davanti a Valente, Luperini e Floriano.
I ritmi di inizio partita sono davvero bassi e a prevalere sono la tensione e i cartellini (ben tre nei primi 25′). Per la Triestina, invece, il primo tempo significa infortuni: costretti ad alzare bandiera bianca, infatti, prima Negro – rilevato da Volta – e poi Lopez, al cui posto entra Galazzi. Adesso, la retroguardia alabardata rischia di sbandare: prima Offredi, nel tentativo di avviare l’azione, rischia di offrire il pallone al puntero ospite Brunori, poi, 1′ dopo, lo stesso portiere sventa una bellissima azione offensiva di Floriano. Un contropiede alabardato sprecato da Rapisarda, che “crossa” la palla in tribuna, è il preludio a quello che succederà poco dopo: avanzata sulla destra di Valente al 41′, cross teso alle spalla della non perfetta retroguardia alabardata e Floriano che si inserisce e – a pochi passi e con la porta sguarnita – ringrazia e spinge in rete. Ripetere due volte: al 48′, infatti, su azione identica arriva anche la rete dello 0-2.
Dall’intervallo, in campo non rientrano Trotta, sostituito da Sarno, e St Clair al cui posto rivede il terreno di gioco Giorico. L’Unione cambiia quindi il proprio assetto, passando ora a una sorta di 4-3-3. Gli alabardati tengono molto meglio il campo, adesso, e mettono in difficoltà gli ospiti, che rischiano di capitolare al 51′ con Rapisarda che, servito in area da Sarno, colpisce però la traversa. Il Palermo è bravo a spezzare il gioco, con la Triestina che comunque spinge verso l’area avversaria, pur trovando pochi spazi. È sempre Rapisarda, che forse da catanese sente questa gara più di tutti, il più pericoloso, con Massolo costretto agli straordinari, prima al 76′ e poi al 79′ (stavolta su Galazzi). Il gol, però, arriva e proprio da Rapisarda, che spunta sul secondo palo a mettere in rete una punizione di Sarno. Siamo all’88’ e il tempo è troppo poco per cercare di pareggiare: il Palermo, così, nonostante la sofferenza finale, esce dal “Rocco” con una preziosissima vittoria.

TRIESTINA-PALERMO: IL TABELLINO
Triestina-Palermo: (41′, 48′ Floriano, 88′ Rapisarda).
Triestina (3-4-2-1): Offredi; Rapisarda, Negro (15′ Volta), Ligi; St Clair (46′ Giorico), Crimi, Calvano, Lopez (32′ Galazzi); Trotta (46′ Sarno), Procaccio (78′ De Luca); Gomez. A disposizione: Martinez, Baldi, Ala-Myllymaki, Giorno, Visentin, Iacovoni, Esposito. Allenatore: Bucchi.
Palermo (4-2-3-1): Massolo; Accardi (85′ Buttaro), Lancini, Marconi, Giron; De Rose, Dall’Oglio (46′ Damiani); Valente, Luperini, Floriano (69′ Soleri); Brunori (85′ Fella). A disposizione: Pelagotti, Crivello, Silipo, Somma, Odjer, Perrotta, Felici, Doda. Allenatore: Baldini.
Arbitro: Gualtieri (Asti). Assistenti: Valente (Roma), Stringini (Avezzano). Quarto ufficiale: Bordin (Bassano del Grappa).
Ammoniti: Crimi, Gomez, Volta, Ligi, Bucchi (T), Dall’Oglio, Marconi, De Rose (P). Espulsi: Recuperi: 4′ e 4′.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore