21.3 C
Trieste
giovedì, 26 Maggio 2022

Pippo, i 90 anni del personaggio Disney celebrati dal triestino Pastrovicchio

04.05.2022 – 15:20 – Il personaggio disneyano di Goofy, o Pippo, come lo conosciamo noi in Italia, questo mese compie 90 anni. Apparso per la prima volta sul grande schermo nel maggio del 1932, nella pellicola “Mickey’s Revue” (La Rivista di Topolino), cortometraggio diretto da Wilfred Jackson e prodotto dal Walt Disney Productions, Pippo ha sin da subito fatto breccia nel cuore degli spettatori, vuoi per il suo carattere un po’ “naif”, caratteristica che gli ha permesso di prestarsi come personaggio comico, vuoi per il suo aspetto in grado di trasmettere allegria e simpatia, grazie ai suoi jeans rattoppati, al suo cappello “alla ventitre” oppure, nella sua versione supereroistica, per la sua tutina stretta ed infeltrita. Nel corso dei decenni, il personaggio di Goofy ha subito diverse modifiche estetiche; se all’esordio era uno spilungone con barbetta ed occhialini, nel 1933, al suo debutto sulla carta stampata, sarà rappresentato con caratteristiche più simili a quelle odierne. Da 90 anni a questa parte, sono stati numerosi i disegnatori, gli sceneggiatori e gli animatori Disney che hanno reso grande il personaggio di Pippo, dagli storici Art Babbitt, Floyd Gottfredson, Merryl De Marris, Bill Walsh ai maestri italiani come Giovan Battista Carpi, Romano Scarpa, Massimo De Vita, Sergio Asteriti o Luciano Bottaro, solo per citarne alcuni. Quest’oggi, per celebrarne l’importante anniversario, sul numero 3467 del celeberrimo settimanale a fumetti “Topolino”, Pippo viene celebrato nel racconto “Pippo e i bracciali di Maciste”, giallo dal sapore retrò ideato e sceneggiato da Francesco Artibani e disegnato dal fumettista triestino Lorenzo Pastrovicchio. “Con Lorenzo abbiamo pensato di celebrare Pippo tornando un po’ alle origini, quando graficamente non somigliava ancora al Pippo di oggi, ma era ugualmente divertente e sorprendente” – ha commentato Artibani. “Come abbiamo già fatto per il novantesimo anniversario di Topolino, abbiamo pensato di festeggiare anche lui con una storia che fosse contemporaneamente classica e nuova. Topolino, Pippo e Paperino quando sono insieme riescono infatti a sprigionare un’energia unica che va al di là del tempo, e questa è la loro forza principale”. Lorenzo Pastrovicchio, invece, ha dichiarato di essersi ispirato alle fattezze classiche dei personaggi delle origini, quelli di Ub Iwerks e del primo Floyd Gottfredson. “Ho cercato di rielaborare tutto attraverso un tratto simpatico con effetto “cartoon”, anche grazie ai colori di GFB Comics, in questo caso di Andrea Stracchi, con una palette “vintage” e punte di colore più moderno”. La cornice della storia in questione, infatti, è stata colorata con un gradevole effetto “carta antica”, in grado di permettere al lettore di inserirsi maggiormente nel periodo storico nel quale le vicende si svolgono, ossia i primissimi anni ’30.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore