20.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Cina-Slovenia, Pahor congratula Xi. E rispunta la Via della Seta

13.05.2022 – 17.55 – Correva l’anno 1992 quando una giovanissima Slovenia avviava relazioni diplomatiche con la Repubblica Popolare Cinese. Nell’occasione dei trent’anni dall’avvio di un comune percorso diplomatico, il presidente della Slovenia Borut Pahor si è congratulato con il Presidente della Cina Xi Jinping, tramite una formale lettera. Pahor osserva nella missiva che la Slovenia e la Cina hanno tutte le ragioni per essere orgogliosi di quanto hanno raggiunto coi propri accordi bilaterali, ribadendo che la Slovenia è a favore di “relazioni sino-europee costruttive“.
Pahor ha inoltre lodato il progresso cinese come superpotenza economica e geopolitica, constatando come rappresenti un “importante partner nella ricerca di una risposta alle più grandi sfide dell’umanità nel mondo”.
“Il nuovo conflitto sul continente europeo – ha osservato Pahor, con riferimento alla guerra in Ucraina – ci ricorda della fragilità della pace e dell’equilibrio globale e richiede una costruttiva risoluzione comune delle problematiche mondiali, da approcciare pacificamente, perchè solo ciò potrà garantire pace e prosperità per i nostri cittadini”.

Xi, a propria volta, ha osservato che dall’avvio delle relazioni diplomatiche Slovenia e Cina hanno sempre dialogato con reciproco rispetto e come eguali.
I due paesi, secondo XI, hanno raggiunto “risultati positivi in una beneficia e mutuale cooperazione” e hanno assistito a scambi di cultura e persone sempre più intensi che hanno avuto conseguenze tangibili e concrete per i popoli delle due nazioni.
Xi ha inoltre sottolineato di voler attribuire grande importanza allo sviluppo delle relazioni sino-slovene, affermando di essere pronto a lavorare con Pahor per considerare l’anniversario come un punto di rilancio dei rapporti diplomatici, “sfruttando quest’opportunità storica per costruire insieme la Nuova Via della Seta“. L’inserimento nel discorso della One Belt, One Road rappresenta una novità significativa; specie dopo un lungo periodo nel quale la Cina era sembrata ripiegare a favore di altri partner (italiani, ad esempio: con Trieste) o in una dimensione puramente sud asiatica. E proprio guardando al vicino porto di Capodistria/Koper, la dichiarazione di Xi potrebbe avere ripercussioni anche per lo scalo giuliano, considerando l’importanza della Via della Seta in epoca pre Covid e ancor più considerando le sperimentazioni negli ultimi mesi per aggirare il territorio russo e mantenere vivo il collegamento con i mercati europei.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore