14.7 C
Trieste
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Pallamano, Eppan ko, Trieste vince 26-29

30.04.2022 – Non c’è due senza tre: dopo la buona notizia del rientro di Postogna dall’infortunio e la presentazione della partnership con la società SLC Management, per la Pallamano Trieste arriva la terza gioia nel giro di pochi giorni, grazie alla bella vittoria esterna sul campo dell’Eppan, dove la Pallamano Trieste si impone per 26-29 nella penultima giornata di campionato. Gli alabardati, comunque già salvi dopo il pari di Carpi della scorsa settimana, mettono in campo un’ottima prestazione, rivelandosi attenti in entrambe le fasi e con la ciliegina sulla torta della grande prestazione di tutti e tre gli estremi difensori, oggi impiegati alternativamente da coach Fredi Radojkovic. Il Trieste chiuderà in casa il proprio campionato, fra una settimana (sabato 7 maggio alle 19) contro il Pressano.

EPPAN-TRIESTE 26-29: LA CRONACA
Partita pirotecnica sin dai primissimi secondi, con entrambe le squadre propositive in zona gol e “leggere” in fase difensiva, come dimostrato dai tanti gol: la partita si sblocca con Brantsch, a segno dopo meno di 1′ a cui segue l’immediato pari targato Aldini; ma nei minuti successivi è un vero e proprio botta e risposta e al 10′ le due formazioni sono sul 7-7. L’Eppan, dopo l’8-7, potrebbe anche andare per la prima volta nella partita sul +2 con un rigore, che però Zoppetti para e, poco dopo, gli alabardati pareggiano con Bratkovic. Una traversa nega il primo vantaggio del Trieste, che arriva però dopo la metà del tempo, quando i ritmi iniziano ad abbassarsi un po’: a segno va capitan Visintin che, al 17′, trova il 10-11. Gli alabardati, nel giro di 5′, mettono a segno un clamoroso parziale di 0-4, spingendosi sul 10-13 del 22′ grazie anche a una difesa dalla ritrovata solidità e a un Zoppetti in grandissimo spolvero. Al 24′ l’Eppan ricomincia a segnare e – complice anche un rinvio sbagliato da Fasaneli appena entrato – accorcia, fino a trovare il 13-13 al 26′. Nel finale di tempo, però, il Trieste ritrova la giusta lucidità necessaria per chiudere il primo periodo in vantaggio per 15-16.
A inizio secondo tempo, Visintin ritrova il +2 alabardato andando a segno con lo schema tanto fortunato nel primo tempo (palla sull’ala che, accentrandosi, entra in area e conclude a rete), ma nel secondo periodo regna l’equilibrio e il margine rimane sempre minimo. Al 43′ c’è anche il ritorno in campo, dopo sei mesi, di Postogna, inserito per parare un rigore (che l’Eppan trasforma comunque). Altrettanto non succede poco dopo, al 45′, quando a presentarsi dai 7 metri è Oberrauch, che manda la palla sulla traversa, facendosi però perdonare poco dopo, quando su una palla persa in attacco dal Trieste va a segno in contropiede per il 23-24. Ora l’Eppan avrebbe l’occasione di segnare, sfruttando anche una fase un po’ confusa della partita, ma Zoppetti si esalta e nega in ogni modo la rete avversaria. Al 50′ arriva il pareggio altoatesino, siglato Lazarevic che trova il 25-25, ma dura poco, perché un rigore di Stojanovic riporta avanti il Trieste. Che nel finale trova l’allungo decisivo e, con il 26-28 segnato al 55′, chiude la partita, gestendo nel finale (e riuscendo perfino, a tempo praticamente scaduto, il 26-29 finale).

EPPAN-TRIESTE 26-29: IL TABELLINO
Eppan-Trieste: 26-29 (15-16).
Eppan: Bortolot, Pliger, Oberrauch 9, Slijepcevic 1, Singer 1, A. Pircher, Brantsch 6, Raffi, Wiedenhofer, M. Pircher 1, G. Morandell, Lazarevic 8, Santinelli, Stankovic, B. Morandell. Allenatore: Malesevic.
Trieste: Fasanelli, J. Radojkovic 1, Aldini 4, Hrovatin 5, Mazzarol 1, Pernic, Di Nardo, Parisato, Postogna, Visintin 6, Stojanovic 6, Zoppetti, Sandrin 2, Bratkovic 4. Allenatore: F. Radojkovic.
Arbitri: Dionisi, Maccarone.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore