24 C
Trieste
venerdì, 1 Luglio 2022

Spazio…relazione: 5 consigli per far brillare la propria

26.03.2022 – 10.00 – Il rapporto di coppia può sempre essere migliorato, in qualsiasi fase esso si trovi, da un inizio sfavillante o nel passaggio dell’innamoramento a una relazione consolidata da anni di convivenza, figli, cani, gatti e difficoltà affrontate assieme. Come dare smalto e vigore alla relazione? Quali aspetti sono importanti da considerare e meritano dedizione e impegno? Come investire il tempo e le energie che viviamo in coppia? Ne elenco alcuni per dare spunti concreti e di riflessione.
Essere vulnerabili: La vulnerabilità rappresenta la capacità di mostrarsi senza paura all’altro, significa essere in grado di esibire i propri difetti, o presunti tali, senza temere il giudizio negativo, la fuga dell’altro o la modifica dei sentimenti di cui beneficiamo. Ognuno di noi va alla ricerca di propri punti deboli, prima di tutto per noi stessi, il passo seguente è quello, molto coraggioso di rivelare ciò che non ci pace di noi all’altro. Questo aumenta l’intimità, che migliora e diventa più profonda quanto più abbassiamo le difese, permettendo al partner di avvicinarsi e di abbracciare il nostro bambino interiore. I punti che noi consideriamo deboli sono spesso delle convinzioni radicate su noi stessi, sugli altri e sul mondo, spesso non sono pensieri consapevoli ma inconsci e ciechi. Chi ha la tendenza a controllare gli altri ha spesso una paura dell’abbandono, il controllo dell’altro è nodo per non sentirsi solo. La condivisione con il partner di questi comportamenti, paure e bisogni è il primo passo per modificare le convinzioni che causano vergogna e ci permette di dare e ricevere fiducia dal partner.

Introdurre nuove esperienze: La routine che spesso si instaura nella vita della coppia ci regala sicurezza, prevedibilità e tranquillità perché sappiamo cosa sta per succedere e con quale periodicità. Abbiamo bisogno di avere uno schema dove non dobbiamo sempre riprogettare l’organizzazione delle giornate che hanno molti aspetti ripetitivi. I rituali rafforzano le relazioni ma se spinti all’eccesso, senza introdurre qualcosa di inaspettato, portano alla noia e alla mancanza di entusiasmo. Mantenere la spontaneità anche dopo molti anni di matrimonio è importante, le routine che ci regalano momenti di tranquillità possono essere modificate, si possono cambiare i dettagli, o l’esperienza in toto, è fondamentale introdurre il fattore novità. Portate eccitazione, nuova linfa alla relazione aggiungendo il sale della novità su un piatto che lentamente tende a diventare insipido. La varietà e la sorpresa riaccendono l’amore e la coppia sperimenta una nuova intimità.

Ri-raccontate la vostra storia d’amore: Ricordare il passato aiuta a migliorare la relazione. Iniziare un dialogo con un “Ricordi quando” e far snodare le parole lungo la strada della memoria, riguardo il primo appuntamento, la prima casa, i ricordi divertenti, il primo bacio, il primo viaggio insieme, la nascita di un figlio, il giorno del matrimonio, regalano buoni sentimenti a entrambi i partner, ci si ricorda il modo e il motivo per cui ci si è innamorati, riemergono i sentimenti che si credono sepolti o diversi, dopo molto tempo trascorso insieme. Arricchite la storia di tenerezza, coraggio, avventure come fareste con una favola raccontata ai bambini, mille difficoltà da superare e che poi portano al lieto fine. Mostrate apprezzamento, nel racconto e nella vita, per le caratteristiche che il vostro partner possiede e aggiungete aneddoti per dimostrare queste particolarità che apprezzate così tanto. Alti livelli di stress nella vita quotidiana possono portare ad allontanarci e tendiamo a concentrarci su storie negative e sulle mancanze del partner, quando vi sentite poco apprezzati, spezzate a catena della negatività e apprezzate gli altri, in primis il vostro partner!

Addormentarsi assieme: Il sonno ha un impatto su tutte le nostre attività, e pochi di noi possono raggiungere il numero ottimale di ore di riposo. Anche il fatto di andare a letto a orari diversi dal partner ha un impatto negativo sulla coppia. Cercate di sincronizzare i vostri orari, addormentarsi insieme e condividere l’addormentarsi, il coccolarsi e il lasciare andare la giornata con il partner è un rituale che aumenta la connessione. La gran parte delle coppe che non va a letto alla stessa ora sperimentano più conflitti, meno conversazione e fanno meno sesso di quelli che vanno a letto insieme. Andare sotto le coperte insieme non significa leggere i social, l’isolamento che questo comporta pur essendo fisicamente nella stessa stanza porta a tensioni e a sensazione di essere rifiutati, di sentirsi meno interessanti dello smartphone. 

Trascorrere del tempo da soli: Può sembrare strano o controintuitivo come strumento migliorare una relazione, ma è molto importante avere delle attività lontano dal vostro partner. Tutti hanno bisogno del proprio spazio e di avere del tempo di qualità vissuto al difuori della coppia, come sottolineato da molti terapeuti di coppia, come Esther Perel, secondo la quale quando vi sono problemi nell’intimità, questi possono essere dovuti da un eccesso di vicinanza e non dalla mancanza di tempo speso insieme, da una simbiosi della coppia, che inibisce il desiderio. Abbiamo bisogno di vicinanza e di separazione, nel giusto equilibrio. Avere i propri spazi è una precondizione per poter essere in comunione, questo è il paradosso che si verifica nell’intimità e nel sesso. Ognuno di noi ha bisogno di tempo da passare solo per permettere la crescita personale e per mantenere l’indipendenza all’interno dei confini di una relazione. Quando i componenti fioriscono, la relazione stessa ne beneficia, questa è una delle chiavi per il successo dei matrimoni. Ritagliate del tempo per leggere da soli o fare una passeggiata nel parco, o allenatevi con un amico. Questo permette di reagire in modo diverso alle abitudini del vostro partner che non vi aggradano, sarete più pazienti e con un tono dell’umore migliore e il partner potrà sentire la vostra mancanza.  Allontanarsi regolarmente impedisce che il vostro tempo insieme diventi troppo ripetitivo e statico. Le attività autonome permettono maggiore curiosità, conversazioni più interessanti e la crescita del rapporto che diventa più dinamico. 

Questi piccole abitudini, possono aiutare la vostra relazione. Le ricerche sulle coppie dimostrano che è il modo in cui interagite, come parlate l’uno con l’altro, quanto andate d’accordo e se vi concentrate sulla costruzione di una relazione, che ha come risultato coppie felici e sorridenti. Il ruolo della personalità o la compatibilità hanno un effetto molto meno importante sul successo della relazione. Che ne pensate di questi suggerimenti? Pensate sia facile metterli in pratica? Quali vi sembrano più semplici e con i quali siete più d’accordo?
Scrivete pure le vostre domande, riflessioni, pensieri, esperienze in relazione che saranno trattate in forma anonima via mail a [email protected] o via WhatsApp al 3921805011 o come messaggio su Facebook a Psicologo Trieste e ti risponderò con gioia, la tua esperienza può essere spunto di crescita e riflessione anche per altri lettori.

[Il dott. Marco Folla è psicologo clinico di adulti, coppie, adolescenti e bambini. Si dedica ad ambiti quali terapia di coppia, problemi di ansia, depressione, dei disturbi alimentari, anche maschili. Traduce libri di psicologia dall’inglese, è certificato analista transazionale, formato in Training Autogeno e in corsi di crescita personale e di miglioramento psicofisico. Ha ottenuto il diploma di secondo livello nella terapia di coppia con il metodo Gottman, in Emi therapy (protocollo di riprogrammazione dei movimenti oculari in accordo con la terapia somatica), sul rischio suicidario. Tiene corsi sulla mindful eating.] 

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore