20.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Triestina, al Sudtirol basta Voltan nel primo tempo, ko per gli alabardati

26.01.2022 – Seconda sconfitta consecutiva per l’Unione, che cade in casa della capolista Südtirol nel recupero della diciannovesima giornata, in programma inizialmente lo scorso 18 dicembre 2021 – ma all’epoca non giocata a causa del focolaio di Covid in casa tirolese – e disputata invece oggi, mercoledì 26 gennaio. Si apre male, dunque, il 2022 alabardato (in cui il calendario metteva d’altronde gli alabardati contro le prime due della classe): dopo il ko in casa del Padova, la Triestina deve cedere il passo anche alla formazione di Javorcic, a cui basta una rete nel primo tempo, in quella che di fatto è stata l’unica vera palla gol della partita dei padroni di casa, che per il resto gestiscono il vantaggio senza particolari rischi. E così, i tirolesi mantengono l’imbattibilità e la miglior difesa tra i principali campionati professionistici d’Europa.

SÜDTIROL-TRIESTINA 1-0: LA CRONACA.
Bucchi può affidarsi finalmente alla profondità della rosa e, per non sovraccaricare i suoi, cambia diversi elementi rispetto all’undici mandato in campo contro il Padova: tra i pali torna Offredi, mentre a centro difesa è Negro a far coppia con Ligi. Giorico ritrova il posto in campo, al fianco di Giorno e Crimi, mentre in avanti Trotta e De Luca spalleggiano lateralmente Litteri. Per la squadra di casa, invece, consueto 4-3-2-1 in cui, se mancano De Col e Moscati e Galuppini siede in panchina, l’undici è comunque valido: Malomo, ex di turno, va a destra, a centrocampo giocano Tait, Gatto e Broh, mentre alle spalle della punta Odogwu agiscono Voltan e Casiraghi.
L’Unione prova a fare la partita, ma è il Südtirol a passare al primo affondo: a trovare la rete, al 13′, è Voltan: Odogwu (bravo nel duello fisico con Ligi) riesce a far arrivare la palla a Casiraghi sulla destra, che a sua volta imbecca dentro l’area, dalla parte opposta, Voltan, che con il destro supera l’uscita di Offredi. La Triestina reagisce e cerca il pari con Trotta, Giorno – liberato al tiro proprio dall’ex Frosinone, dopo una grande giocata di Crimi – e Rapisarda, trovando però sempre attento l’estremo difensore Poluzzi. I tirolesi, invece, badano più al sodo e solo sporadicamente arrivano alla conclusione con Odogwu, che non è particolarmente preciso. Il primo tempo si chiude dunque sull’1-0.
La ripresa si apre senza particolari emozioni. Bucchi scuote la squadra, facendo entrare Gomez, Procaccio e Iotti al posto di Litteri, Giorno e Trotta. Ma, sebbene sempre in assedio sulla trequarti altoatesina, la Triestina non riesce a produrre particolari occasioni da gol, grazie anche alla gran difesa della formazione di Javorcic. Una sola occasione, al 72′, che arriva su punizione di Gomez, con Poluzzi che si esalta e cancella la minaccia. L’assedio non finisce, il tempo sì, nonostante l’ingresso di Sarno e il passaggio a uno schieramento ultraoffensivo degli alabardati: al 95′ il direttore di gara Ricci decreta la fine dell’incontro, con i 3 punti che rimangono a Bolzano.

SÜDTIROL-TRIESTINA 1-0: IL TABELLINO. 
Südtirol-Triestina: 1-0 (13′ Voltan).
Südtirol (4-3-2-1): Poluzzi; Malomo (81′ Beccaro), Vinetot, Curto, Davi; Tait, Gatto, Broh; Voltan (63′ Galuppini), Casiraghi (63′ Rover); Odogwu (75′ Candellone). A disposizione: Meli, Degan, Fabbri, Fink, Zaru, Eklu, Heinz, Mayr. Allenatore: Javorcic.
Triestina (4-3-3): Offredi; Rapisarda (77′ Capela), Negro (77′ Sarno), Ligi, Lopez; Crimi, Giorno (60′ Procaccio), Giorico; Trotta (60′ Iotti), Litteri (55′ Gomez), De Luca. A disposizione: Martinez, Natalucci, Giannò, Bova, Volta, Baldi, Calvano. Allenatore: Bucchi.
Arbitro: Ricci (Firenze). Assistenti: Lattanzi (Milano), Cataldo (Bergamo). Quarto ufficiale: De Angeli (Milano).
Ammoniti: Malomo (S), Giorno, Negro, Lopez (T). Espulsi: nessuno. Recuperi: 0′ e 5′.
E.R.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore