19.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Fedriga sotto attacco, ancora minacce al presidente

19.01.2022 – 12.41 – Continuano le minacce di morte indirizzate al presidente della regione Friuli Venezia Giulia. Dopo la scritta rinvenuta ieri sulla parete di un magazzino a Majano, le minacce sono comparse oggi sulla cinta muraria del cimitero di Reana del Rojale. Il presidente e la famiglia si trovano sotto scorta ormai da diverso tempo; sul caso indagano le autorità, impegnate anche a individuare i responsabili delle scritte di Majano. La politica si stringe attorno al presidente: “l ripetersi di atti spregevoli e intimidatori sta caratterizzando quello che è diventato un periodo di intolleranza e vigliaccheria; il nostro auspicio è che i responsabili di simili azioni siano quanto prima individuati e pesantemente responsabilizzati”. Così i consiglieri regionali Mauro Di Bert, Edy Morandini e
Giuseppe Sibau (Progetto Fvg/Ar) commentano le nuove scritte di minaccia all’indirizzo del governatore, comparse nella mattinata di oggi a Reana del Rojale.

“Non si può restare indifferenti davanti all’ennesima azione di intimidazione e attacco alla persona – commenta il Gruppo in una nota, esprimendo ancora una volta totale solidarietà e vicinanza al presidente Fedriga – azione che purtroppo conferma la deriva di alcune persone che, evidentemente, conoscono solo la violenza e la minaccia come strumento di comunicazione”. “Un clima di odio e di tensione che con questo nuovo episodio – testimonia il consigliere Morandini – ha coinvolto la comunità di Reana del Rojale, particolarmente colpita da quanto accaduto nella notte. Già dalle prime ore del mattino, ho cominciato a ricevere telefonate di concittadini infastiditi per l’accaduto, ma soprattutto dispiaciuti per le minacce nei confronti del presidente e contrari a quel clima di odio e violenza diffuso con certe azioni”.

“Questi frequentissimi episodi di minacce non condizioneranno la nostra iniziativa politica, mtantomeno quella del presidente Fedriga”. Lo afferma, in una nota, il capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Mauro Bordin, che aggiunge: “A nome del mio Gruppo, rivolgo piena solidarietà e vicinanza al presidente Massimiliano Fedriga per le nuove minacce ricevute a Reana del Rojale”. “Alla sparuta minoranza di individui che pensano di intimorirci con insulti e intimidazioni, che alimentano una brutta aria colma di odio ingiustificato e che non risparmia nessuno che rappresenti un’istituzione, rispondiamo con la volontà di proteggere e tutelare la salute pubblica, la democrazia e la convivenza civile”, conclude Bordin.

L’onorevole Sabrina De Carlo (M5S), in un tweet: “Solidarietà a Massimiliano Fedriga per le continue e squallide intimidazioni. Spero che gli autori di questi vili gesti nei confronti di chi paga lo scotto del proprio impegno politico e di responsabilità nei confronti della collettività vengano al più presto individuati”.

Anche questa volta a esprimere vicinanza al presidente il gruppo Pd in Consiglio regionale: “Le istituzioni e la politica non possono essere ostaggio di una minoranza che si annida tra i no vax, incapace del dialogo alla luce del sole e in grado solo di esprimersi con atti vigliacchi”. Così il capogruppo Diego Moretti, commentando le recenti scritte con minacce. “Sono inaccettabili e vanno contrastate con forza le minacce codarde come quelle rivolte al presidente Fedriga – chiosa -, al quale esprimiamo solidarietà”.

b.b

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore