25 C
Trieste
sabato, 13 Agosto 2022

Spazio… relazione: narcisisti e incastri di coppia

04.12.2021 – 08.15 – L’articolo sui narcisi ha scatenato un gran numero di domande. Qui parliamo di relazione, per cui quali caratteristiche presenta chi ha un rapporto di coppia con un narcisista? Quali tipologia di personalità sono più spesso vittime della trappola del manipolatore affettivo? Quali debolezze li rendono vulnerabili agli attacchi degli adoni che si specchiano in sé? Ai Narcisisti si accompagna spesso una personalità di tipo dipendente, che ha la necessità di avere una relazione, la cui mancanza causa uno stato di sofferenza emotiva. L’amore e la relazione sono vissuti in modo molto intenso, con felicità e piacere quando ci si trova assieme al partner e una profonda tristezza quando lui o lei non ci sono. Il compagno diventa una “droga” per cui serve una dose, un contatto per stare bene; per questo si ricerca di stare sempre più tempo con il partner a discapito del tempo dedicato al difuori della coppia.

Questo, si aggancia perfettamente alle prime fasi che il narcisista mette in atto, dedicandosi in modo assoluto alla sua metà e riempiendola di attenzioni e complimenti. La dipendenza affettiva emerge quando il narcisista maltratta, manipola e sfrutta il/la partner che non reagisce allontanandosi, mettendo fine a una relazione diventata oramai tossica, ma spera nel cambiamento del compagno, si accontenta di una relazione senza reciprocità. Il bisogno di legame permette di subire svalutazioni pesanti, la relazione spesso è un modo per riempire il vuoto affettivo che caratterizza chi è dipendente.

La bassa autostima si accompagna al poco valore di sé e al non sentirsi degno di essere amato. Vi è poca consapevolezza di queste difficoltà che emergono spesso solo dopo una grave batosta emotiva. Distinguere in una coppia tra una normale attrazione e coinvolgimento e una dipendenza non è semplice. Se la relazione è simbiotica, si ha paura di perdere la persona amata, si fa difficoltà a vivere in solitudine, c’è forte gelosia, si ha timore di essere sé stessi ed esprimere i propri bisogni è molto probabile che siamo in presenza di una dipendenza affettiva. Il narcisista ha bisogno di sottomettere emotivamente nella coppia e la controparte dipendente cerca la relazione per sentirsi protetta.

Sono evidenti i ruoli di carnefice e vittima, in un gioco relazionale distruttivo che porta chi è dipendente a vivere un’ansia costante dovuta al sentirsi inadeguata e di conseguenza a un maggiore controllo del partner che tenderà ad allontanarsi. Si esce da questa situazione acquisendo consapevolezza, attraverso un percorso che permetta di capire e costruire il proprio valore, e vedere la manipolazione e le caratteristiche negative e pericolose del narcisista. In questo modo si possono costruire relazioni più sane, mettere sé stessi al centro della propria esistenza, trovare la serenità che deriva dall’accettare come siamo, amare prima di tutto sé stessi e poi aprirsi al mondo in modo sano e consapevole. Ti riconosci in questa descrizione? Quali aspetti qui elencati fanno parte di te? Vorresti eliminarli?

Scrivi pure le tue domande, le tue riflessioni, i tuoi pensieri, le tue esperienze di relazione che saranno trattate in forma anonima via mail a [email protected] o via WhatsApp al 3921805011 e ti risponderò con gioia, la tua vita può essere spunto di crescita e riflessione anche per altri lettori.

[del Dott. Marco Folla, psicologo. Si occupa di relazioni, problemi di ansia, attacchi di panico, problemi alimentari, mindful eating, training autogeno.]

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore