Il lupo, il leone e il coccodrillo. Storie di prede e predatori

 29.11.2021 – 11.30 Selvaggio, violento, in grado di incutere timore negli uomini di tutte le età, il mondo dei predatori se osservato da vicino può rivelarsi molto affascinante. Spesso chi vive nelle società occidentali è impegnato nelle faccende quotidiane e ha ben poco interesse ad occuparsi della dieta di lupi e leoni. È più probabile che il pensiero vada a come imbandire la tavola per i propri cari nei giorni festivi, oppure tornando da lavoro, a cosa si può consumare in fretta di appetitoso e sano. Da sempre le cosiddette “bestie feroci” sono protagoniste di racconti cruenti oppure di fiabe per bambini dove ricoprono il ruolo del “cattivo” oppure del nobile o del saggio, in ogni caso figure autorevoli  e possenti. Stereotipi antichi di vario genere si sono sviluppati negli anni, modellando attorno a queste figure storie e leggende. Chi infatti non ha mai sentito dire che il leone è il re della foresta o degli animali? Oppure la metafora “coraggioso come un leone” nota certamente a tutti? Se poi si nomina il lupo, subito lo si collega alla ferocia e all’astuzia. Chi non ha mai sentito l’espressione “piangere lacrime di coccodrillo”, intendendo chi finge di provare dispiacere quando in realtà è disinteressato?

Ma questi animali che spesso stereotipizziamo facilmente, in realtà sono molto più complessi di così, il loro mondo è ricco tanto quanto il nostro, anche se in modo diverso.  La vita dell’uomo è caratterizzata da complessi e artificiosi costrutti sociali e culturali, che spesso generano problemi o frustrazioni. Quella degli animali è più semplice, le gerarchie ci sono e sono ben chiare e funzionanti, i più forti dominano e proteggono il gruppo, i nuclei familiari sussistono finchè la prole non si rende autonoma per la propria sussistenza in un periodo di tempo relativamente breve. La giornata di questi carnivori è scandita fondamentalmente da necessità fisiologiche, procurarsi da mangiare, da bere, trovare un posto adatto a ripararsi.

Per scoprire più a fondo le loro abitudini e gettare uno sguardo curioso alla loro vita, ci si può recare mercoledì 1 dicembre alle 17, al Museo Civico di Storia Naturale di Trieste, lo zoologo del museo, Nicola Bressi, racconterà storie di carnivori in una speciale visita guidata alla sala Prede & Predatori, intitolata proprio: “Il lupo, il leone e il coccodrillo – storie di prede e predatori”. La visita guidata speciale è compresa nei normali biglietti d’ingresso, sia interi che ridotti. L’intero Museo di Storia Naturale rimarrà aperto dalle 10 alle 19.

[i.t.]