Slovenia, commissaria Mariya Gabriel: “UE non può dipendere da altre potenze”

27.10.2021 – 09.45 – La commissaria europea per l’innovazione Mariya Gabriel ha iniziato questo martedì la sua visita ufficiale in Slovenia, avocando un maggiore supporto in Europa per l’innovazione alla luce delle correnti e future sfide per muovere l’UE verso una società “green”, digitale e inclusiva. L’intervento è avvenuto nel contesto dell’UE Next Generation Innovators Summit & Investment a Lubiana.
“La ripresa nazionale e i piani di resilienza permetteranno di porre le fondamenta di un sistema paneuropeo innovativo che sia competitivo, “smart”, sostenibile, coesivo, inclusivo e giusto” ha sottolineato la commissaria.
Secondo Mariya Gabriel la mancanza di innovazione negli ambienti europei è causata dall’eccessiva prudenza degli imprenditori continentali che preferiscono non assumersi rischi, a differenza dei cugini statunitensi e asiatici.
“Questi sono tempi di grandi scelte che condizioneranno il futuro dell’Europa sul lungo periodo e dobbiamo essere sicuri di poter costruire un ambiente dove l’innovazione prosperi, alla base di un’economia che lavori per tutti e non lasci indietro nessuno”.
L’Europa, allo stadio attuale, mantiene alcuni vantaggi di base, specialmente nei campi della scienza e dell’industria. “Ma come la crisi sanitaria ha dimostrato, l’UE non può permettersi di essere dipendente da altre potenze tecnologiche“.

[z.s.]