Una vita per il Porto (Vecchio): il Comune premia Antonella Caroli dell’ass. Italia Nostra

25.09.2021 – 07.48 – Il Comune di Trieste, nell’ambito della riqualificazione del distretto storico-portuale di Trieste, l’antico Punto Franco Nord, ha premiato la Presidente di Italia Nostra sezione di Trieste, dott.ssa Antonella Caroli, “Per la passione, la determinazione e le competenze dimostrate per la salvaguardia del Porto Vecchio”.
Il Comune ha consegnato una targa “in segno di riconoscenza per il prezioso lavoro svolto nel tutelare e promuovere il Porto Vecchio“. Presenti anche molti dei protagonisti dell’attuale assetto portuale, così come gli “storici” soci dell’associazione di tutela culturale e ambientale triestina.
Dagli anni Ottanta del novecento, ad oggi, inseguendo una passione durata trent’anni, Italia Nostra sez. di Trieste ha svolto un’ininterrotta operazione di salvaguardia dei manufatti industriali e dei magazzini dell’ex area portuale, garantendo dapprima l’apposizione dei vincoli della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del Friuli Venezia Giulia e successivamente permettendo il recupero della Centrale Idrodinamica di Trieste, struttura unica in Europa per i macchinari di fine ottocento/inizio novecento ancora esistenti e funzionanti, della Sottostazione Elettrica di Riconversione, gioiello liberty dell’architetto Giorgio Zaninovich e del Magazzino 26, tra i pochi edifici integralmente recuperati nell’ultimo decennio, ora “casa” dei musei triestini.
Un impegno, da parte della dott.ssa Antonella Caroli, punteggiato dalle tante pubblicazioni, tra cui occorre ricordare quantomeno lo studio precursore del 1996, “Punto franco vecchio. Tecnologie, sistemi costruttivi, opere professionali e normativa nel porto di Trieste”.

[z.s.]