Trieste, Giardino di Guardiella, appaltato e presentato il progetto per la sua riqualificazione

15.09.2021 – 13:00 – Spaccio, risse e sporcizia, queste sono solo alcune delle peculiarità che negli ultimi anni hanno caratterizzato il piccolo giardinetto di Strada di Guardiella, sito nel rione di San Giovanni, all’imbocco della cosiddetta Rotonda del Boschetto. Dopo decenni di incuria e di degrado, nel 2019, il Consigliere Circoscrizionale Paolo Perini, con il supporto fattivo di Fratelli d’Italia Trieste e dei suoi vertici quali Claudio Giacomelli e Nicole Matteoni e del Comune di Trieste, grazie all’interessamento dell’Assessore ai Lavori Pubblici, Elisa Lodi, anch’essa esponente del partito dei patrioti, è riuscito raccogliere 600 firme rilasciate dai residenti del popoloso rione triestino con il fine di poter procedere alla riqualificazione della suddetta area verde. Il progetto, approvato in municipio lo scorso 19 Maggio 2021, oggi, a due anni di distanza dall’importante traguardo, è stato consegnato nelle mani della ditta appaltatrice la quale si è aggiudicata l’arduo compito di dare nuova vita ai 950 metri quadri di questo importante spazio urbano. I lavori, avranno inizio nel corso dell’autunno, probabilmente a metà Ottobre, e vedranno l’installazione di un nuovo impianto di illuminazione, di un più agevole passaggio pedonale su Viale del Cacciatore, di un recinto non invasivo costituito da siepi e muretti e di giochi per bambini. Tra i tanti accorgimenti, verrà poi ripristinato il manto erboso. Inoltre, la multiutilty AcegasApsAmga e la ditta incaricata, opereranno in sinergia per adeguare l’area con sottoservizi e relative infrastrutture.

Il commento del Consigliere della VI Circoscrizione, Paolo Perini:

“Erano più di 30 anni che questo posto era in stato di degrado ed è un enorme soddisfazione per me essere riuscito a fare da catalizzatore affinchè la situazione si sbloccasse. E’ stato un lavoro lungo e faticoso. All’inizio nessuno ci credeva e nessuno capiva fino in fondo quanto fosse importante, per gli abitanti delle case limitrofe e del Rione, sistemare e dare un po’ di bellezza a questo luogo”.

“Il supporto dei cittadini, invece, è stato determinante. Convincere l’Assessore ai Lavori Pubblici e la Giunta Comunale del fatto che la popolazione avesse bisogno di vedere risistemato quel posto con 600 firme alle spalle è stato molto più semplice e, pertanto, voglio ringraziarli tutti. Purtroppo l’emergenza Covid ha rallentato le procedure e le approvazioni, altrimenti i lavori sarebbero già stati ultimati, mentre, oggi, dobbiamo aspettare l’autunno per vederli appena partire. Ma partiranno! Questa volta sicuramente. Il progetto, infatti, è già stato approvato dal Comune e dall’esecutivo quindi non si può più tornare indietro, nemmeno se dopo le elezioni ci sarà un nuovo sindaco”.

Il Consigliere della VI Circoscrizione, Paolo Perini.