21.1 C
Trieste
lunedì, 8 Agosto 2022

Pallamano, a Umago Trieste va ko 25-22

03.04.2021 – La prima amichevole settembrina si chiude con una sconfitta per la Pallamano Trieste, che capitola contro l’Umago in casa della squadra croata. È stata partita vera, tra le due squadre: il forte caldo non ha impedito alle due formazioni di darsi battaglia, giocando su ritmi alti per l’arco di tutti  i 60′. Alla fine è la squadra di casa a uscire vincitrice, anche se sul 25-22 per Umago pesano la partenza un po’ a rilento della squadra di Radojkovic (bravo comunque ad apportare i giusti correttivi in corso d’opera) e i diversi errori offensivi nel finale di gara. Si torna subito in campo: domani (sabato 4 settembre) alle 17,30 gli alabardati ospiteranno il Koper al PalaChiarbola.

Come detto, Umago parte decisamente meglio: dopo 15′ sono infatti i croati che conducono nel punteggio, mentre Trieste è costretta a inseguire. Gli alabardati, comunque, guidati dal tecnico e dai suoi aggiustamenti, riescono a riprendere la scia dei padroni di casa, supportati anche dalla rete del giovane Stojanovic e dalle parate di un super Postogna. Non arriva il pari, ma in chiusura di tempo la distanza è minima: al 30′, Umago conduce per 12-10.

Nella ripresa Trieste continua a tenere il passo di Umago, grazie soprattutto a Bratkovic, che segna e tiene a un tiro di schioppo i padroni di casa anche se, nonostante gli sforzi, il pareggio non arriva mai. E, così, nella parte centrale del secondo tempo arriva l’allungo decisivo di Umago, favorito anche dai diversi errori offensivi dei giocatori giuliani. Al 56′ il margine appare incolmabile, perché Umago conduce per 24-19. La reazione finale permette a Trieste di rendere meno pesante il passivo, ma non di evitare la sconfitta.

“Siamo stati decisamente bravi a giocare su certi ritmi per tutta la partita – analizza a fine partita l’allenatore in seconda, Carpanese – purtroppo i diversi errori offensivi negli ultimi minuti hanno fatto la differenza in negativo per quello che concerne l’esito del match.”. Carpanese si sofferma poi sulle prestazioni individuali, dalle quali si possono trarre spunti importanti e perfino soddisfacenti: “Venendo ai singoli – spiega infatti Carpanese – voglio sottolineare la buona prova di Mitrovic, autore di 4 reti, nonostante il serbo non sia ancora al top della condizione. Bene ha fatto, siglando 2 gol, il rientrante Stojanovic come pure il sempre verde Visintin e Postogna tra i pali.”. Buona anche la prova difensiva: “Una menzione va rivolta anche al reparto difensivo con Di Nardo e Aldini bravi a coordinare, assieme al nostro capitano, l’asse difensiva. Mi è pure piaciuta la prova del giovane Urbaz – conclude Carpanese – che si è ritagliato minuti importanti certamente utili alla sua crescita”.
E.R.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore