La burocrazia stoppa il Green Pass, Zalukar (Gr. Misto) commenta il caso di una famiglia: “Grottesco”

24.09.2021 – 17.45 | I problemi legati al Green Pass sono davvero numerosi, anche tra chi si è sottoposto correttamente alla vaccinazione e avrebbe quindi pieno diritto ad avere la certificazione verde e si ritrova, invece, a causa di burocrazia o problemi tecnici, impossibilitato a ottenerla. Lo racconta il consigliere regionale Walter Zalukar, del Gruppo Misto, che ha pubblicato una lunga lettera in cui si denuncia la situazione di una famiglia che si è imbattuta in questo problema.

Nella lettera, che non riportiamo per intero vista la lunghezza, si denuncia l’impossibilità di ottenere il green pass a causa di un problema burocratico per il quale la certificazione non può essere rilasciata sino alla seconda dose, che non è però prevista dal piano vaccinale della donna – che aveva precedentemente contratto il virus. La donna è così costretta a sottoporsi ogni 2 giorni a tampone rapido (a sue spese) per poter entrare sul posto di lavoro. Nella stessa situazione della donna, si trovano anche i familiari. Come questa famiglia, naturalmente, ve ne sono anche molte altre nella stessa situazione.

“Pare grottesco che ad un’intera famiglia che si è sottoposta correttamente alle misure prescritte di prevenzione al covid venga preclusa la libertà di condurre una vita normale a causa dell’inefficienza dell’apparato pubblico” commenta Zalukar, che preannuncia di aver inoltrato una interrogazione alla Giunta regionale.
C.S. Walter Zalukar (Gr. Misto)