Calcio, che beffa per l’Unione, la baby Juve fa festa al 92′

22.09.2021 – Settembre sta finendo e la classifica della Triestina è già un serio campanello d’allarme per le ambizioni alabardate. 2 soli i punti raccolti da Lopez e compagni, che al “Moccagatta” incassano la seconda sconfitta consecutiva perdendo 2-1 contro la Juventus u23 e rimandano ancora l’appuntamento con la prima vittoria stagionale che, ora, inizia a essere assente ingiustificata da troppo tempo. Certo, la sconfitta odierna è di quelle davvero beffarde, per il modo in cui è arrivata: se si bombarda letteralmente la porta avversaria di conclusioni, senza riuscire a segnare, e si subisce il gol della sconfitta all’ultimo secondo su un rimpallo in quella che è l’unica occasione creata dagli avversari nel secondo tempo, sicuramente, qualcosa da recriminare la si ha pure.

Cionondimeno, la classifica è già deficitaria e la vetta (qualora fosse stata davvero quella l’ambizione dell’Unione a inizio stagione, cosa che nessuno ha mai detto quest’anno) è già lontana 10 punti. Adesso, forse, bisogna soprattutto riflettere sulle cause di questo avvio fortemente critico della Triestina. Perché è vero che la sfortuna non ha certo badato a spese, nei confronti degli alabardati – che a campionato nemmeno iniziato hanno già perso diversi elementi importantissimi – ma è anche vero che questo rischia di diventare l’unico alibi, se non osservato in maniera critica, e di oscurare tutto il resto, impedendo una reale comprensione di quei problemi che l’Unione si porta dietro da ormai troppo tempo.

Juventus u23-Triestina 2-1: la cronaca.

4-3-3 per la baby Juventus di Mister Zauli, con Riccio e de Winter in difesa, Zuelli in regia e Pecorino riferimento offensivo, appoggiato da Soule e Sekulov. Bucchi conferma invece lo schieramento visto contro il Padova, con la retroguardia a 3 di cui fanno parte, come all'”Euganeo”, Volta, Negro e Lopez. Natalucci e Galazzi agiscono lateralmente, con l’inedito reparto centrale composto da Procaccio e Giorno, mentre al fianco di Trotta, unica punta visto il forfait di Gomez, giocano di Massimo e Iotti.

A partire meglio è la squadra ospite, che pur non essendo particolarmente pericolosa tiene meglio il pallino del gioco e dopo 6′ si presenta in area con Trotta che, però, ricevuto il pallone lo svirgola malamente. La Juventus u23 carbura lentamente, ma a regime è davvero pericolosa, in particolare con Pecorino, che però non riesce a essere preciso. Sono quindi gli alabardati a sbloccare il punteggio, con Negro che, su punizione di Galazzi dalla trequarti, salta più di tutti e mette in rete l’1-0 al 30′. I bianconeri però sono in palla e appena possono colpiscono: l’uomo del destino è Sekulov che, dopo aver avuto diverse occasioni e scarsa sorte, al 40′ raccoglie un bel rasoterra di Barbieri per l’1-1 che, di fatto, è l’ultima occasione del primo tempo.

Di tutt’altro tenore il secondo tempo: la Juventus u23 sembra essere scomparsa dal terreno di gioco, mentre la Triestina (con l’ingresso di Crimi per Procaccio) mette in seria difficoltà la retroguardia dei padroni di casa, con Trotta in particolare a fare impazzire i diretti marcatori, e con Israel che deve superarsi in diverse occasioni, in particolare su un ispirato di Massimo. La Juve è sotto pressione, mentre gli alabardati creano senza riuscire a produrre: ci sono tutti gli ingredienti per una beffa clamorosa che, infatti, arriva puntualmente al 92′ quando Lopez sbaglia a rinviare la sfera, che termina dapprima sui piedi di Leone e, da questi, ad Ake, che da pochi metri deve praticamente solo spingere la palla in rete, per il 2-1. Risultato finale che sa di beffa per la Triestina ma che, ora, mette gli alabardati di fronte ad alcune riflessioni.

Juventus u23-Triestina 2-1: il tabellino.

Juventus u23-Triestina: 2-1 (30′ Negro, 40′ Sekulov, 90’+2′ Ake).
Juventus u23 (4-3-3): Israel; Barbieri, Riccio, de Winter, Anzolin; Sersanti (58′ Ake), Zuelli (75′ Cudrig), Miretti; Soule, Pecorino (75′ Leone), Sekulov (58′ Compagnon). A disposizione: Garofani, Raina, Brighenti, de Graca, Leo, Palumbo, Poli, Stramaccioni. Allenatore: Zauli.
Triestina (3-4-3): Offredi; Volta, Negro, Lopez; Natalucci (81′ Rapisarda), Procaccio (46′ Crimi), Giorno (64′ Angiulli), Galazzi; Iotti (70′ Paulinho), Trotta, di Massimo. A disposizione: Martinez, Capela, Baldi, Catania, Giannò, Iacovoni. Allenatore: Bucchi.
Arbitro: Scatena (Avezzano). Assistenti: Toce (Firenze), Martinelli (Seregno). Quarto ufficiale: Andreani (Prato).
Note: Pomeriggio caldo e soleggiato, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Barbieri, Pecorino, Compagnon, Riccio (J), Natalucci, Negro, Crimi, Paulinho (T). Espulsi: nessuno. Recuperi: 0′ e 3′.
E.R.