Calcio, la Triestina perde partita e difesa, il Padova vince 2-0 e vola in classifica

19.09.2021 – Emergenza infortuni alla vigilia, con la difesa particolarmente vilipesa dalle assenze; avversari due volte a segno con le prime due conclusioni; altri infortuni nel corso della partita, che azzerano il reparto difensivo alabardato. E in più, la pioggia (sul bagnato, viene da dire). Non poteva andare peggio, per la Triestina, la trasferta contro i rivali di sempre del Padova guidato da Pavanel.

Gli alabardati perdono 2-0, con una rete per tempo dei padroni di casa. Se nel primo tempo la Triestina dimostra però di non volersi arrendere, nella ripresa – complici anche gli infortuni degli ultimi due difensori centrali rimasti e un assetto tattico d’emergenza e indefinito – sparisce di fatto dal campo, senza riuscire più a creare occasioni. I patavini volano (12 punti in quattro partite, frutto di altrettante vittorie), gli alabardati crollano. E mercoledì 22 settembre c’è la trasferta in casa della Juventus u23, dove – alle 16,30 – si recupererà la seconda giornata.

Padova-Triestina 2-0, la cronaca.

Nicastro è recuperato, ma Pavanel decide di non rischiarlo e, con l’assenza di Biasci, il tecnico del Padova schiera come unico terminale offensivo Ceravolo, supportato da Santini e da capitan Ronaldo, con Busellato in regia, mentre la difesa è quella di sempre. Diverse novità, invece, per Bucchi: la difesa è a 3, con Lopez a completare la linea di cui fanno parte Volta e Negro; Rapisarda agisce sulla linea dei centrocampisti, in cui non c’è Giorico, accomodato in panchina, bensì Crimi, Giorno e Angiulli, con Galazzi quinto sulla sinistra. Panchina anche per di Massimo e Procaccio, con Gomez e Trotta schierati per la prima volta in coppia nel reparto offensivo.

I ritmi della prima frazione sono davvero alti, la partita è infuocata (ma corretta) e la Triestina sembra essere padrona del campo: gli alabardati tengono il pallino del gioco e spingono verso l’area avversaria. Sembra una gara di tiro al bersaglio verso la porta patavina: Rapisarda colpisce un palo dopo appena 7′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo a Donnarumma battuto. È il Padova, però, a trovare il vantaggio al 18′, con un Offredi distratto sul cross di Kirwan che permette a Ceravolo di appoggiare in rete indisturbato. Il pari arriverebbe subito con Trotta, ma sul colpo di testa del centravanti alabardato l’assistente segnala un fuorigioco (molto dubbio). Gli alabardati, però, ci provano ancora con Gomez, che coglie una palla vagante senza riuscire però a indirizzare il tiro verso la porta, e con Crimi, che su cross di Rapisarda sfiora la rete mandando però la palla troppo alta. Il pari (che sarebbe meritato) però non arriva; e la prima frazione si conclude con il vantaggio dei padroni di casa.

La ripresa si apre con il 2-0 patavino siglato da capitan Ronaldo, al primo tentativo della ripresa. Al 48′, il centrocampista del Padova arriva a rimorchio su un pallone al limite dell’area, scaricando in rete alle spalle di Offredi, stavolta incolpevole. Bucchi prova il tutto per tutto: dopo l’uscita di Gomez, sostituito subito dopo l’intervallo da di Massimo, entrano anche Natalucci, Giorico e Procaccio che rilevano Volta, Giorno e Angiulli, con il modulo alabardato che rimane intatto ma in versione ultraoffensiva. Anche Pavanel pensa di cambiare qualcosa: entra infatti Nicastro, ma la sua presenza in campo dura giusto qualche secondo, visto che nemmeno 1′ dopo il suo ingresso viene sostituito da Jelenic, presumibilmente per un fastidio fisico. Nel frattempo, Bucchi finisce i centrali: anche Negro, infatti, deve uscire, lasciando in piena emergenza la retroguardia alabardata. Non c’è molto da dire, per quanto riguarda il campo: l’Unione sembra ormai spenta, il Padova non ha alcuna premura. E al 95′ Carella fischia tre volte, decretando la sconfitta della Triestina per 2-0.

Padova-Triestina, il tabellino.

Padova-Triestina: 2-0 (18′ Ceravolo, 48′ Ronaldo).
Padova (4-3-2-1): Donnarumma; Kirwan, Monaco, Valentini, Curcio (70′ Pelagatti); Hraiech, Busellato, della Latta; Ronaldo (70′ Terrani), Santini (60′ Nicastro, 61′ Jelenic); Ceravolo. A disposizione: Vannucchi, Andelkovic, Bifulco, Chirico, Gasbarro, Germano, Settembrini, Vasic. Allenatore: Pavanel.
Triestina (4-3-3): Offredi; Rapisarda, Volta (56′ Giorico), Negro (76′ Iotti), Lopez; Crimi, Giorno (56′ Procaccio), Angiulli (56′ Natalucci); Galazzi, Trotta, Gomez (46′ di Massimo). A disposizione: Martinez, Baldi, Giannò, Paulinho. Allenatore: Bucchi.
Arbitro: Carella (Bari). Assistenti: Festa (Avellino), Fine (Battipaglia). Quarto ufficiale: Virgilio (Trapani).
Note: Ammoniti: Ceravolo, Santini (P), Galazzi (T). Espulsi: nessuno. Recuperi:
E.R.