Assicurazione auto, come sceglierla e perché richiedere un preventivo

21.09.2021 – 10.22 – L’assicurazione auto, come è noto, è un obbligo di legge, almeno per quanto riguarda la responsabilità civile, ovvero la tutela delle terze persone in caso di incidente. Naturalmente, trattandosi di una copertura assicurativa obbligatoria, in caso di assenza o irregolarità comporta pesanti sanzioni.
Le polizze RC Auto non sono tutte uguali: le compagnie di assicurazione propongono diverse soluzioni, più o meno convenienti, con la possibilità di aggiungere ulteriori garanzie facoltative e completare la propria polizza secondo le esigenze e preferenze personali.
Al giorno d’oggi, inoltre, è possibile accedere ad un’ampia scelta di prodotti assicurativi per l’auto direttamente online, ovviamente la prima regola da considerare è quella di selezionare esclusivamente le compagnie regolarmente autorizzate: ormai si può dire che anche le società più storiche e affidabili, consentono di acquistare tramite internet i propri prodotti, con un notevole vantaggio economico.
Per orientarsi verso la polizza più adatta per il proprio veicolo, è possibile beneficiare dei servizi di realtà di riferimento come 6sicuro.it, un preventivatore di polizze di assicurazione auto che permette di mettere a confronto le proposte delle principali compagnie in modo semplice e gratuito.

Trovare una polizza RC conveniente. Attualmente è possibile usufruire di soluzioni interessanti, che permettono di ottenere un certo risparmio sull’acquisto della propria polizza RC Auto: ad esempio, la polizza famigliare, che permette di avvalersi della classe di merito più vantaggiosa di un membro della propria famiglia, così come della clausola Formula di Guida, che concede uno sconto ai piloti più esperti.
È comunque sempre importante valutare con attenzione il preventivo, per avere un’idea più chiara su quelli che possano essere i vantaggi che una compagnia di assicurazione è in grado di offrire.
Spesso, per risparmiare ulteriormente, viene proposta l’installazione di una scatola nera sul proprio veicolo, ovvero di un dispositivo che permetta di ricostruire con esattezza la dinamica di un sinistro, oltre a localizzare e ritrovare con maggiore facilità le auto rubate.

Le garanzie aggiuntive dell’assicurazione auto. Per estendere la protezione e rendere la propria assicurazione più completa, è possibile implementarla con ulteriori garanzie che offrono una maggiore tutela.
Anche in questo caso, si consiglia prima di tutto di richiedere un preventivo, e di valutare quali garanzie aggiuntive acquistare.
Si ricorda comunque che le garanzie aggiuntive sono del tutto facoltative e sono utili semplicemente per integrare la propria polizza: l’obbligo riguarda esclusivamente la responsabilità civile.
Le garanzie integrative che in genere vengono proposte dalle compagnie di assicurazione riguardano i danni dovuti a furto e incendio, fiamme, esplosioni e combustioni, sia durante la guida che a veicolo parcheggiato, l’assistenza stradale in caso di guasti o incidenti, la tutela legale per eventuali controversie, la copertura in caso di rottura dei cristalli.
È quindi evidente che non tutte le garanzie facoltative sono indispensabili: per risparmiare sul costo della polizza, si consiglia di acquistare, in base all’uso dell’auto e al proprio stile di vita, solo quelle che si ritengono necessarie.
Ad esempio, l’assistenza su strada o la tutela legale, possono essere utili soprattutto a chi viaggia molto, mentre la protezione contro i danni da furto, eventi atmosferici o atti vandalici è importante soprattutto per chi è costretto a lasciare l’auto a lungo incustodita.

Confrontare sempre i preventivi di diverse compagnie. Come si è detto, le compagnie di assicurazione propongono offerte diverse, promozioni ai nuovi utenti, agevolazioni per chi deve assicurare più auto e altri incentivi più o meno interessanti. Mettere a confronto diversi preventivi è quindi la soluzione ideale per rendersi conto di quale potrebbe essere la proposta più valida e adatta. Un altro elemento da prendere in considerazione è la possibilità di pagare il premio, piuttosto che annualmente, ogni sei mesi o addirittura mensilmente: in quest’ultimo caso, si consiglia di accertarsi sempre che sulla rateizzazione mensile non vengano applicati interessi.

[network]