27.4 C
Trieste
sabato, 25 Giugno 2022

L’Università di Trieste riparte: nuovi corsi e didattica “ibrida” per il 2021

12.08.2021 – 14.28 – L’Università di Trieste prepara l’avvio ormai imminente del nuovo anno accademico che, nel rispetto delle nuove disposizioni, avverrà in presenza: lezioni, laboratori, tirocini ed esami dell’anno accademico 2021-22 saranno svolti nelle sedi dell’ateneo, a cui potranno accedere tutti gli studenti muniti di Green Pass.
La campagna vaccinale che UniTS ha allestito nei mesi scorsi ha registrato il 100% di adesioni tra i docenti e gli studenti dell’area medica e delle professioni sanitarie e oltre il 90% di adesioni tra i docenti e il personale tecnico-amministrativo di tutto l’ateneo.
Il rettore Di Lenarda a questo proposito ha lanciato un nuovo appello a vaccinarsi: “Il Green Pass sarà indispensabile per l’accesso all’università e consentirà di estendere notevolmente la presenza fisica in ateneo. Restiamo in attesa dei decreti attuativi relativi al decreto-legge 111 del 6 agosto scorso e delle indicazioni operative che verranno definite dal legislatore. È comunque plausibile che nelle prossime settimane i possessori della certificazione verde saranno soggetti a minori vincoli, pur nel rispetto delle regole di sicurezza e comportamento che abbiamo imparato gli scorsi anni”.

“La pandemia ha impresso una forte accelerazione a una tendenza già in atto, ovvero l’integrazione delle lezioni in presenza con contenuti digitali fruibili da remoto in un’ottica mista. Un’opportunità importante per i nostri studenti che così avranno la possibilità di sfruttare al meglio le ore in aula per domande e approfondimenti con docenti e compagni di corso – spiega il rettore Roberto Di Lenarda – Abbiamo invitato i nostri docenti a considerare sempre più questa opzione che consente di sfruttare al meglio le tecnologie digitali per aumentare la qualità dell’insegnamento e favorire l’apprendimento. La didattica, inoltre, si manterrà inclusiva. Indipendentemente da eventuali restrizioni sanitarie, sarà possibile seguire le lezioni registrate da remoto, ovviamente escludendo le attività che necessitano la presenza. Stiamo offrendo ai nostri ragazzi una formazione di qualità capace di reggere alle nuove problematiche sanitarie che potrebbe portare l’autunno, consci di dover fornire un supporto ulteriore ai neodiplomati che hanno sofferto, dovendo completare il percorso delle scuole superiori durante la pandemia”.

L’Università di Trieste si arricchisce per l’anno accademico 2021-22 di due nuove Lauree magistrali (Coordinamento e gestione dei servizi educativi; Scienze infermieristiche e ostetriche) e una Laurea triennale (Assistenza sanitaria): l’offerta formativa sarà, quindi, composta nel complesso da 74 corsi tra lauree triennali (35 corsi), magistrali (33 corsi) e a ciclo unico (6 corsi).
Tra i Master, invece, le novità sono quelli di primo livello in “Salute riproduttiva delle donne straniere”, in “Archivi fotografici: digitalizzazione, catalogazione, valorizzazione” e in “Disabilità visiva e tiflologia”. Per il secondo livello sarà invece attivato il Master in “Produzione e gestione industriale 4.0”.
Grande attenzione anche ai dottorati di ricerca: accanto ai già attivi 14 percorsi, per l’anno accademico 2021-22 saranno attivati due nuovi dottorati in Applied data science and artificial intelligence e in Circular economy.

L’ateneo giuliano inoltre ribadisce il suo impegno per rendere più accessibile l’istruzione universitaria, rimuovendo gli ostacoli di natura economica: è stata confermata l’estensione della no-tax area ministeriale fino a comprendere chi ha un ISEE inferiore a 25mila euro e una tassazione molto favorevole fino a 30mila. Sono anche stati confermati gli esoneri totali per studenti con invalidità riconosciuta a partire dal 66%. Previste riduzioni, tra gli altri, per gli studenti meritevoli, per i soggetti portatori di handicap riconosciuto tra il 45% e il 66%, per coloro che sono in possesso delle certificazioni che attestino disturbi specifici dell’apprendimento, per i figli di invalidi e per studenti-genitori con figli minori di due anni all’atto dell’iscrizione.

[i.v.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore