Triskell 2021, domani in scena le melodie “elettrizzanti” dei Boira Fusca

I Boira Fusca con le loro rivisitazioni in chiave elettrica e cornamusa di antiche melodie tradizionali allieteranno il giovedì 29 luglio del Triskell, il festival internazionale di musica e cultura celtica del Friuli Venezia Giulia, fino al 1 agosto presso il Boschetto del Ferdinandeo di Trieste dalle 21.15. A concludere gli spettacoli le sfere e i giochi di fuoco di Vassago.
Dalle colline dell’Alto Canavese, cosparse di boschi profondi ed insediamenti rurali dove le vecchie tradizioni ancora sopravvivono, provengono i Boira Fusca. Le melodie proposte, affondano le radici nel tempo, quando nelle sere di luna, gli abitanti dei villaggi al termine di una giornata di fatica si radunavano per danzare, bere e raccontarsi novelle. Forte di questa suggestione, il quintetto ha all’attivo un CD e numerosi concerti in alcune delle realtà musicali più prestigiose situate in tutta Italia e Svizzera.
La loro musica, in larga misura strumentale, è una rivisitazione in chiave elettrica di antiche melodie tradizionali, appartenenti principalmente all’area celtica, in grado di trasportare l’ascoltatore al cospetto di un arcano sentimento che resta immutabile e immutato attraverso il tempo.

Nel pomeriggio i corsi di due ore di tiro con l’arco, con Rob Roy della ASD Dragon Rouge che hanno avuto un grandissimo successo di prenotazioni, dalle 16.00 continuano le prove di tiro con l’arco per tutti libere e gratuite.
Per i piccoli aspiranti maghetti dalle 15.30 c’è il laboratorio di “Pozioni”, erbe preziose, magici ingredienti e antichi intrugli per creare potenti magie con Jordy e Wolfy.
Adulti e bambini potranno cimentarsi invece dalle 16.00 nel laboratorio sulla lavorazione del cuoio per creare un coloratissimo braccialetto con l’intreccio magico con Wolf Mac Ajvar.
Scudi e spade a misura dei più piccoli nello stage gratuito di “Addestramento celtico” con l’Ass.Cult. Tre Draghi.
Continuano le sessioni di Arpaterapia con Fata Foglia per rilassarsi e liberare il corpo da tensioni e stress mentre per i bambini sarà possibile imparare “L’arte del riciclo nell’ascolto degli elementi” con Bridge Mac Ajvar e in collegamento con l’Ecofesta.
I colori dei Celti” è il titolo dell’esperimento archeologico di tintura della lana con annessa spiegazione di tutto il processo lavorativo della creazione degli abiti nell’antichità, dalle materie prime all’abito finito, a cura dell’ass. Cult. Aes Torkoi.
Alle 18.30 “Pozioni e incantesimi” il corso di modellazione per adulti e bambini con Greta.
Inoltre tende storiche, accampamenti, battaglie, dimostrazioni, divinazioni e rievocazioni di antichi rituali.

È sempre possibile prenotare presso l’infopoint del Festival le Unioni con rito celtico e la partecipazione a tutti i laboratori, stage e animazioni che lo richiedono. E’ possibile prenotarsi anche poco prima dell’evento salvo esaurimento posti.

Per approfondimenti e per il programma dettagliato è possibile consultare il sito della manifestazione www.celticevents.org e la pagina ufficiale su FB Triskell Celtic Festival.

[i.v.]