Tokyo2020, storico bronzo di Boari nel tiro con l’arco che muove il medagliere

30.07.2021 – Un’altra giornata di Olimpiadi va in archivio: prosegue a suon di bronzi il percorso del Team Italia a Tokyo2020, grazie alla medaglia conquistata da Boari nel tiro con l’arco (prima medaglia olimpica in questa disciplina per l’Italia). Si tratta dell’unica medaglia conquistata oggi (venerdì 30 luglio) dagli azzurri, visto che anche dalle discipline in cui gli azzurri sono sempre stati una garanzia (scherma e nuoto) non sono arrivati podi: la scherma a squadre perde infatti nella spada, mentre nel nuoto non vi erano azzurri impegnati nelle finali. Bene invece gli italiani impegnati nelle varie gare di qualificazione, anche nell’atletica, che ha fatto oggi il suo esordio in questa edizione di Giochi Olimpici. Sale dunque a 20 il totale di medaglie conquistate dagli azzurri ai Giochi della XXXII Olimpiade: due ori, sette argenti e ben undici bronzi.

La medaglia di oggi è lo splendido bronzo di Boari nel tiro con l’arco femminile. L’azzurra chiude al terzo posto battendo la statunitense Brown, dopo un percorso che l’ha portata a sconfiggere la bielorussa Marusava e la cinese Wu, venendo sconfitta in semifinale dalla russa Osipova. Sugli altri due gradini del podio, la coreana del sud An, medaglia d’oro, e Osipova, argento.

Primo giorno senza medaglie nella scherma: nella prova a squadre maschile di spada, gli azzurri si piazzano al settimo posto battendo la Svizzera nell’ultima sfida, dopo aver perso contro i russi nei quarti e contro l’Ucraina. Fuori al primo turno il peso leggero del pugilato femminile Nicoli, eliminata dall’irlandese Harrington.

Niente medaglie, per una volta, anche dal nuoto, dove nessun italiano era impegnato nelle finali. Ci sono però le batterie: Zazzeri conquista la semifinale nei 50m stile libero maschili, dove viene invece eliminato Condorelli, mentre Paltrinieri avrà la chanche di difendere l’oro olimpico nei 1500m stile libero maschili, grazie alla qualificazione in finale (dove invece non arriva Acerenza, nono assoluto nella semifinale). Finale anche per Panziera, di Liddo, Castiglioni e Pellegrini nella staffetta femminile 4x100m misti, e per Cecconi, Martinenghi, Burdisso e Miressi nella stessa prova maschile. Non sarà in scena nella finale femminile dei 200m dorso Panziera, nona in semifinale.

De Gennaro manca l’accesso alla finale di kayak maschile nella canoa, a causa del quattordicesimo posto in semifinale. In finale, vittoria del ceco Prskavec, davanti allo slovacco Grigar e al tedesco Aigner. Dopo sei regate, è decima nella classifica generale del 470 femminile di vela la coppia azzurra composta da Berta e Caruso, mentre Ferrari e Calabro, nel 470 maschile, sono noni. Sesto posto per Zennaro nel laser femminile, all’ultima uscita prima della regata per la medaglia.

Nell’atletica, bene Tamberi, che con il nono posto assoluto nelle qualificazioni accede alla finale di salto in alto maschile. Due, invece, i finalisti azzurri nei 3000m a ostacoli: si tratta di Abdelwahed e di Zoghlami, che centra la qualificazione facendo registrare il record personale. Finale anche per la giovane Battocletti, che grazie al record personale accede all’ultimo atto dei 5000m femminili. Negli 800m femminili avanza in semifinale Bello, mentre nei 400m maschili passa Sibilio. Semifinale anche per Bongiorni nei 100m femminili. Niente qualificazione per Faloci, ventinovesimo nella prova di lancio del disco maschile, né per la staffetta mista 4x400m, dove Scotti, Mangione, Borga e Aceti sono noni, primi dei non qualificati. Fuori dai giochi anche Derkach, ventunesima nel salto triplo femminile, mentre nella finale dei 10000m maschili la miglior prestazione della stagione non è sufficiente a Crippa per portare a casa una medaglia.

Ancora una vittoria nella pallavolo maschile, dove gli azzurri battono l’Iran e conquistano la matematica certezza di essere ai quarti di finale. Terza vittoria su tre per la coppia Nicolai-Lupo nel beach volley maschile: i due azzurri sono già certi degli ottavi di finale, grazie alla vittoria contro Kantor e Losiak. Non va altrettanto bene a Carambula e Rossi, battuti da Heidrich e Gerson e già eliminati. Eliminate, tra le donne, anche Menegatti e Orsi Toth, sconfitte dalla coppia cubana composta da Lidy e Leila.

Nell’equitazione, nel primo giorno del dressage, ventiseiesimo posto dopo due sessioni per l’azzurra Bordone, nella classifica individuale, e quattordicesimo per l’Italia nella classifica a squadre.
E.R.