Tokyo2020, argento per Nespoli, poi altri tre bronzi

31.07.2021 – Dopo la giornata interlocutoria di ieri (venerdì 30 luglio) in cui l’Italia aveva portato a casa “appena” una medaglia, con il bellissimo bronzo di Boari nel tiro con l’arco femminile, oggi (sabato 31 luglio)  gli azzurri fanno di nuovo il pieno, portando a casa quattro medaglie: tre bronzi, che arrivano dal nuoto – come sempre – dal sollevamento pesi, sport “insospettabile” alla vigilia ma rivelatosi una vera e propria fucina di medaglie per l’Italia in questa edizione dei Giochi Olimpici e dal pugilato; mentre l’argento lo porta a casa l’arciere Nespoli che, come Montano e Pellegrini, è un vero e proprio veterano delle Olimpiadi, avendo partecipato a ben quattro edizioni, riuscendo a portare a casa una medaglia individuale per la prima volta, dopo averne vinte due di squadra.

Si aggiunge quindi al nutrito club degli azzurri medagliati Nespoli, che alla sua quarta Olimpiade porta a casa la prima medaglia individuale nel tiro con l’arco maschile, aggiudicandosi l’argento dopo la finale persa contro il turco Gazoz. Il bronzo va invece al giapponese Furugawa. Nespoli batte Almeida, Unruh e Tang, prima di arrivare in finale.

Sfuma il sogno dell’ennesima medaglia nella scherma, con la squadra italiana di sciabola femminile (formata da Gregorio, Vecchi, Criscio e Battiston) sconfiitta nella finale per il terzo posto dalla Corea del Sud, dopo aver battuto la Cina e aver perso la semifinale contro la Francia, poi sconfitta dalla squadra russa nella finale per l’oro. Niente finale per Ceccarello nella carabina 50m femminile. La tiratrice azzurra chiude le qualificazioni al ventunesimo posto. Le medaglie vanno a Christen, Zykova e Karimova.

Ancora una medaglia dal sollevamento pesi, dove nella categoria 81kg maschili Pizzolato si prende il terzo posto, alle spalle di Lyu e Bonnat Michel. Medaglia di bronzo per la pugile peso piuma Testa, nonostante la sconfitta in semifinale contro Petecio, dal momento che nel pugilato si assegnano due bronzi (dei quali l’altro è per Artingstall), mentre le finaliste saranno Petecio e Irie.

Osakue fa il record italiano nel lancio del disco femminile, che le vale il quinto posto con annesso accesso alla finale. Finale per Randazzo nel salto in lungo maschile, grazie al record stagionale, mentre nel salto con l’asta Stecchi non riesce a far registrare un salto valido ed è eliminato. Straordinari i centometristi, Jacobs e Tortu, che si prendono la semifinale, il primo con il secondo risultato assoluto e facendo anche registrare il record italiano. Niente qualificazione, sempre nei 100m ma femminili, per Bongiorni. Fuori anche Bello negli 800m femminili. Avanti invece Olivieri e Pedroso nei 400m ostacoli femminili, così come Bogliolo nei 100m ostacoli, che vedono invece l’uscita di scena della triestina Di Lazzaro.

Immancabile la medaglia nel nuoto, firmata da Quadarella, terza nella finale degli 800m stile libero femminili alle spalle di Ledecky e Titmus. Quarto posto invece per gli azzurri della staffetta mista 4x100m misti, Ceccon, Martinenghi, di Liddo e Pellegrini, battuti da Regno Unito, Cina e Australia. Finale per Zazzeri nei 50m stile libero maschili.

Si chiude senza medaglia il percorso olimpico dei velisti azzurri dell’RS X, Maggettiquarto posto tra le donne, dietro a Lu, Picon e Wilson – e Camboni tra gli uomini, che chiude al quinto posto, con le medaglie che vanno a Badloe, Goyard e Bi. Primo posto dopo la nona regata per gli specialisti azzurri del Nacra, Tita e b.

Vittoria sulla Nigeria per l’Italia del basket, che si impone 80-71. Successo anche per la nazionale di pallanuoto, che travolge 16-8 il Giappone. Sconfitta invece per le azzurre della pallavolo contro la Cina. Trentaseiesima nell’equitazione Bordone, mentre l’Italia è quindicesima e ultima nella classifica a squadre. Ottavo posto per il quartetto italiano composto da Steinhauser, Pozzatti, Betto e Stateff nella staffetta mista di triathlon, che vede sul podio Regno Unito, Stati Uniti e Francia.
E.R.