14.7 C
Trieste
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Nasce “BIO Open Lab”: Trieste-Lecce-Salerno centri di Biomedicina

01.07.2021 – 12.48 – L’emergenza Covid ha accelerato notevolmente il settore della bio-medicina concernente le applicazioni delle scienze biologiche all’ambito clinico per diagnosi e terapie. Basti pensare a quale peso abbiano rivestito nell’ambito della ricerca per i vaccini, ma senza dimenticare il ruolo terra-terra attraverso i laboratori diagnostici. In quest’ambito anche la Trieste scientifica torna d’attualità come protagonista del progetto PON “BIO Open Lab” in concerto con l’Università di Salerno e del Salento. Il progetto consiste in una rete di strumentazioni di alta tecnologia inserite in tutte e tre le città; queste a loro volta potenziano l’Infrastruttura di Ricerca CERIC-ERIC, consorzio che offre a ricercatori e industrie un unico punto di accesso a oltre 50 tecniche e laboratori in otto paesi dell’Europa centro-orientale, Italia compresa. Chi volesse fare richiesta a CERIC-ERIC potrebbe ad esempio utilizzare per le proprie ricerche proprio la sede triestina.

Sostanzialmente Area Science Park ha installato nuovi sequenziatori nel laboratorio di genomica ed epigenomica della cittadella scientifica, mentre l’Università di Salerno ha inserito cinque nuovi spettrometri di massa e un centro di calcolo ad alte prestazioni; infine l’Università di Salento ora dispone di un microscopio Holo TEM/STEM.
Il primo studio tripartito tra le tre città universitarie si concentrerà sul rapporto tra il metabolismo umano e le patologie oncologiche ed infettive a impatto sociale; spetterà a Trieste indagare quelle infettive con le quali siamo ormai familiari.

“Grazie a questo progetto abbiamo potenziato la piattaforma realizzata con il progetto Argo: oltre al sequenziatore e al data center Orfeo abbiamo acquisito altri nuovi sequenziatori, come il PromethION di Oxford Nanopore, che si contraddistingue per una tecnologia innovativa di lettura del Dna”, sottolinea Stefano Cozzini, direttore dell’Istituto per la ricerca e le tecnologie di Area Science Park, per Il Piccolo.
Un ambito, nel caso giuliano, di stringente attualità: è proprio Area Science Park, tramite il “BIO Open Lab”, a sequenziare giornalmente centinaia di campioni Covid alla ricerca delle varianti dalla cui diffusione ed efficacia deriva il futuro della campagna vaccinale e le possibilità di un ritorno alla normalità pre Covid.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore