Riparte l’attività cinematografica del cineasta triestino Ugo Puglisi. In lavoro cortometraggi, docufilm e videoclip musicali

21.06.2021 – 14:00 – Superato il perido buio della pandemia, il cineasta triestino Ugo Puglisi ha ripreso la propria attività cimentandosi in progetti filmici di vario genere. Dopo l’interruzione delle riprese de “Il buio e la luce” a causa delle restrizioni antipandemiche, la lavorazione del docufiction sulla vita del Caravaggio diretto da Emanuele Flangini è ripresa e Puglisi ha continuato ad occuparsi degli effetti speciali: a tal proposito spicca il trucco dell’attrice Sara Favaro, la quale interpreta Maddalena “Lena” Antognetti, una delle muse del Caravaggio, ingiustamente rinchiusa e seviziata. La sequenza del carcere, girata a Palmanova all’interno di un’antica scuderia, insieme alla decapitazione di Beatrice Cenci, anch’essa eseguita con grande realismo da Puglisi, sarà una delle più suggestive del documentario. Il filmaker sta dirigendo altresì un videoclip musicale di tipo archeologico rievocativo intitolato “Il Fiocco di Aquileia”, sviluppato a partire da un’idea di Silvio Quarantotto, noto musicista e compositore. Il progetto, a cui hanno partecipato anche esperti rievocatori come Alessandro De Antoni e Leonardo Albiero, narra la caduta della città romana di Aquileia per mano dei barbari unni e mixerà insieme visioni oniriche, atmosfere romantiche e combattimenti all’ultimo sangue. Non appena le riprese del videoclip musicale termineranno Puglisi dirigerà un nuovo cortometraggio di genere thriller ispirato da un racconto noir di Alessandro Gargottich che tratterà il delicato tema della violenza sulla donna in maniera molto originale. La sceneggiatura, scritta da Lorenzo Capriglia, sarà interpretata da attori di esperienza tra i quali spiccano Paolo Massaria, Sara Dolce, Massimo Tomadin e Dennis Fantina.