Discoteche, Speranza punta alla riapertura a luglio, ma solo se vaccinati

08.06.2021 – 10.38 – Dopo aver riaperto, seppure con alcune residue restrizioni, la stragrande maggioranza delle attività in tutta Italia, rimane il nodo irrisolto delle discoteche, la cui chiusura persiste ancora dalla scorsa estate 2020, quando le “disco” di Briatore e i raduni di Gallipoli accesero infuocate polemiche. Attualmente si sta valutando se riaprire le discoteche a luglio esclusivamente a chi presenta il pass vaccinale, raggiungendo il duplice obiettivo di una totale sicurezza e nel contempo di convincere i giovanissimi all’iniezione anti Covid.
Il ministro della salute Roberto Speranza ne discuterà proprio oggi, martedì 8 giugno, con un tavolo ad hoc del Ministero, al quale verranno convocati anche i membri del Comitato tecnico scientifico.
Riaprire le discoteche per incoraggiare le vaccinazioni di massa di adolescenti e giovani è un’idea che d’altronde si sposa bene con l’obiettivo del generale Figliuolo di raggiungere l’80% di vaccinati entro settembre, con 54,3 milioni immunizzati.

Le organizzazioni di categoria non si pronunciano contrarie all’idea, ma ribadiscono che la riapertura con il Green pass era già prevista, accanto alle usuali alternative di un tampone negativo nelle ultime 36 ore o di un attestato di guarigione dal Covid. L’importante, per un settore rimasto chiuso da oltre 8 mesi, è ripartire, seppure con le dovute precauzioni anti Covid.

[i.v.]