Muggia, moria di meduse sulla spiaggia di Porto San Rocco

19.03.2021 – 18:30 – Ci è giunta da un nostro lettore, la notizia circa la presenza di una grossa quantità di meduse spiaggiate e in stato avanzato di decomposizione sul bagnasciuga della spiaggia di Porto San Rocco, nella cittadina istroveneta di Muggia, in Provincia di Trieste. Un evento non particolarmente insolito per queste zone dell’Alto Adriatico ma che negli ultimi tempi si sta facendo di anno in anno sempre più intenso e frequente su gran parte delle coste orientali della nostra penisola.

Per spiegare tale fenomeno, va detto che le meduse si nutrono principalmente di piccolissimi crostacei (copepodi), che rappresentano il 90% del plancton. Secondo gli esperti di Biologia Marina, negli ultimi decenni, a causa della pesca intensiva, si è interrotta la catena alimentare di molte specie di pesci i quali si nutrivano degli stessi crostacei appetibili alle meduse, con la conseguente proliferazione tanto dei crostacei quanto delle meduse, le quali, vista la scarsità della competizione riescono oggi a sopravvivere con più facilità e quindi a riprodursi in numero maggiore. Le cause principali quindi vanno ritrovate tanto nell’aumento delle temperature delle acque marine, il quale favorisce il ciclo riproduttivo delle meduse, quanto nell’aumento del loro cibo; in ogni caso, è sempre l’uomo con le sue attività invasive e le sue azioni a determinare il manifestarsi di questi spiacevoli eventi.