Diritti Umani, Piccin (FI): “Governo agisca con decisione per liberare Zaki e pescatori Mazara”

11.12.2020 – 12.50 – “Il voto favorevole dei consiglieri di Forza Italia è stato convinto. A gran voce e uniti dobbiamo pretendere il rispetto dei diritti umani, non soltanto nella giornata a essi dedicata e a tutti i livelli: rappresentano uno dei pilastri dell’Occidente”. Lo afferma la consigliera regionale Mara Piccin (Forza Italia), commentando il voto unanime dell’Aula alle mozioni volte a ottenere la liberazione di Patrick Zaki e dei 18 pescatori di Mazara del Vallo imprigionati in Libia. “Vicende drammatiche – osserva Piccin – come quella del corregionale Giulio Regeni e molte altre, che vedono calpestati quelli che riteniamo i più elementari diritti della persona, conquista irrinunciabile la cui affermazione non deve mai essere motivo di contrapposizione tra le parti politiche. L’una o l’altra parte politica, quando in gioco ci sono i diritti umani violati da Stati autoritari e illiberali, non devono permettersi di appropriarsi delle singole vicende. Positivo, in questo senso, il voto unanime del consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia a entrambe le mozioni”.

“Ora pensiamo ai risultati – aggiunge la forzista -: la Regione solleciterà formalmente il governo, con due lettere distinte, a risolvere nell’immediato entrambe le questioni evocate. Non è possibile che la Turchia riesca a pretendere da Haftar, dopo soli sei giorni e con il solo pagamento di una multa per l’invasione delle acque libiche, la liberazione dei suoi sette marinai, mentre il caso italiano è fermo al palo da mesi: il governo agisca con altrettanta decisione. In gioco ci sono i diritti di tutti e la credibilità dell’Italia sul piano internazionale”.

c.s