Consiglio regionale, Zanin: “Commissioni non braccio operativo dell’Esecutivo”

11.12.2020 – 12.40 – “Le Commissioni del Consiglio regionale non sono un braccio operativo dell’Esecutivo”.
Lo ha ricordato questa mattina il presidente dell’Assemblea Fvg, Piero Mauro Zanin, aprendo la giornata dedicata al rinnovo dei loro vertici, a metà del mandato quinquennale.
Zanin ha voluto sottolineare “l’indipendenza del processo legislativo rispetto a quello operativo”, mettendo in evidenza il ruolo di approfondimento e ascolto del territorio esercitato dalle Commissioni e ricordando il ruolo di garante nei confronti delle minoranze consiliari affidato al presidente e agli uffici di presidenza di questi organismi.
“Ho ricevuto da alcuni consiglieri osservazioni sui lavori in Commissione – ha premesso – e per questo io da presidente sottolineo l’importanza e l’indipendenza di questi organismi, che devono collaborare necessariamente con l’Esecutivo ma non diventarne un braccio operativo. Altrimenti diventerebbero inutili”.
“Questo vale tanto più  – ha sottolineato ancora Zanin – in questa seconda fase della legislatura e nel momento in cui, grazie alla mozione approvata ieri dal Consiglio regionale, si assegna alle Commissioni un ruolo importante nella gestione dei fondi per la ripartenza dopo la pandemia“.
Il presidente del Consiglio regionale, ricordando che il momento del rinnovo è anche occasione di bilancio di metà mandato, ha voluto ringraziare i componenti delle Commissioni per il lavoro svolto in questa prima parte della legislatura.
[c.c]