14.1 C
Trieste
domenica, 2 Ottobre 2022

Plastic Catchers: una app per salvare gli oceani

18.08.2020 – 10.06 – Plastic Catchers: una app per salvare gli oceani, questa l’idea di Leonardo Marcuzzi e Marco Mallardi, compagni di classe al Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Trieste, indirizzo scienze applicate.
Le idee non nascono mai per caso e sicuramente, la passione per il mare e gli studi intrapresi hanno fatto da padrone. Il fondale in prossimità di Duino, dove vivo, racconta Leonardo, è sostanzialmente grigio e privo di vita, mentre un tempo, mi raccontava mio padre, era pieno di Posidonia, alghe e pesci colorati che ora sono scomparsi. Perché allora non unire le due passioni? Quella della programmazione, studiata a scuola, con l’amore per il mondo marino?
Leonardo Marcuzzi e Marco Mallardi ideatori della Plastic CatchersIo e Marco abbiamo iniziato ad inviare decine di e-mail a compagnie o fondazioni no profit che si occupano di raccogliere la plastica dalle spiagge. All’inizio le risposte che abbiamo ottenuto non erano molto incoraggianti, anche perché Plastic Catchers era appena abbozzato, ma con il passare dei giorni abbiamo acquisito sempre più credibilità.
Grazie a diversi contatti avuti con alcune fondazioni oltreoceano abbiamo capito meglio dove volevamo arrivare. Le due aziende che ci hanno consigliato, aiutato e indirizzato sono state la Plastic Ocean Project, che accetterà le donazioni e ci ha iscritti come ambasciatori nel loro nuovo programma e la Plastic Free Oceans che ci ha inserito nel nuovo social network tra i 50 profili iniziali all’avvio del sito. In seguito ai loro consigli abbiamo poi creato una raccolta fondi su GoFundMe in modo da finanziare grafiche, modelli 3D, colonna sonora, attrezzatura nuova e tasse di pubblicazione.
Leonardo Marcuzzi e Marco Mallardi ideatori della Plastic CatchersPlastic Catchers é un gioco molto semplice e la base é raccogliere la plastica evitando ostacoli. La plastica raccolta é anche la valuta all’interno del gioco e viene utilizzata per comprare altre barche, riciclarla per potenziamenti e anche scambiarla per plastica reale riciclata. Inoltre gli acquisti fatti nel gioco vanno direttamente nella raccolta della plastica.
Il nostro obiettivo è quello di arrivare ai 5.000 euro che ci serviranno per portare a termine Plastic Catchers che ci auguriamo di pubblicare tra pochi mesi mentre, se la cifra dovesse essere molto maggiore, abbiamo in mente di crearne una versione per le scuole per insegnare ai ragazzi a raccogliere la plastica assumendo un grafico o un nuovo programmatore per finire il progetto. Se l’applicazione avrà il successo che speriamo, data dalla pubblicità fatta da donatori, giornali, blog o condivisioni sui social, dovremmo essere capaci di poter rimuovere dagli oceani qualche centinaia di chili di plastica, ossia qualche migliaia di bottiglie di plastica da un litro e mezzo. Siamo fieri di Plastic Catchers e crediamo abbia delle immense potenzialità, perché siamo sicuri potrà ispirare anche altre persone ma soprattutto può insegnare qualcosa sul riciclo ai più piccoli. Per ulteriori informazioni: [email protected]; cell:+39 389 027 8831 Per la raccolta fondi: GoFundMe

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore