30.2 C
Trieste
venerdì, 1 Luglio 2022

Gabi Wines, a Longera!

09.08.2020 – 07.00 – Dopo le scampagnate a Cormons con Raccaro, Ronco del Gelso, Terre del Faet e Vosca ritorniamo al nostro Carso non Carso. Degustati Bole, Lenardon e Zahar è adesso la volta di Gabi Wines!
Una cantina così minuscola da avere le piccole botti costruite su misura per poter loro passare dalla vecchia porta non l’ avevo mai vista! Gabrijel è un giovane entusiasta che ha già girato molto, Bordeaux e Nuova Zelanda in particolare, ma imbottiglia appena dal 2013, e , per ora, lo spazio è questo.
La strada intrapresa è quella dei cosiddetti vini naturali, terreno aperto di scontro fra le varie tribù del vino. Io vi invito ad uscire dalle catalogazioni ed accostarvi ai suoi vini senza pregiudizio, ma con molta pazienza e col rispetto che si deve ad un giovane uomo che sta costruendo il suo sogno.

Questo mi sento di consigliarvi: versate i vini , e poi aspettate. Non abbiate fretta, atttendeteli, e coccolateli nel calice: i vostri sensi li sentiranno crescere e liberarsi complessi come il genio dalla lampada.
A temperatura di cantina, anche più caldi se volete apprezzarli fino in fondo.
Tutti i vini sono non filtrati.

“Gardel” 2018 ( Vitovska ) , solo acciaio.
Apfelsaft all’ inzio, poi, con pazienza, prima accennati e sempre più nitidi, la banana verde, il fico, il caffè verde, la polvere di liquirizia e l’ anice.
In bocca sapida, fresca, digesta e beverina.
Musetto e brovada, col kren
88/100

Malvasia 2018
Fermentazione e affinamento in botti da 800 litri di numerosi passaggi.
Boisè totalmente assente. Naso e bocca coerenti sulle sensazioni della susina matura. All’ inizio. Poi il calice si apre alla iodatura, ed alla magnolia; ancora un po’ di pazienza e si aggiunge l’ arancia sanguinella e l’ albicocca.
Vino di una facilità di beva clamorosa, alcool sotto i 13 gradi e bocca che con la permanenza in calice acquista complessità e spinta.
Gnocchi col sugo d’ arrosto.
90/100

“Cinghiale in fuga” , rosso 2018, da Barbera, Refosco, Cabernet Sauvignon
Dopo i soliti minuti di coccole eccolo esplodere in una sinfonia di frutta rossa, in infusione e confettura, su tutto mirtillo sotto spirito e mora di gelso in riduzione. Note terziarie discrete e non sovrastanti il frutto intenso.
Bocca complessa, sapida e piena, fresca pure, generosa e lunga. Tannino che morde ancora, ma non verde. Chiusura pulita.
Col cinghiale che ha terminato la sua fuga in salmì
92/100

In via del Timo 38, ultima trasversale a destra di via Damiano Chiesa per chi viene da città, Gabrijel vi accoglierà con schiettezza e calore.
Potete comprare da lui anche uova, aceto, olio e verdure a km 0.

Prosit!

Andrea Jermol Groppi 

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore