7.5 C
Trieste
venerdì, 2 Dicembre 2022

Coronavirus, il giovane gradese ancora bloccato in Cina, si rischia il caso diplomatico

13.2.2020 – 15:55 – Sta assumendo dei risvolti grotteschi la disavventura del giovane gradese bloccato in Cina per un presunto contagio di Coronavirus. Nonostante gli accertamenti sanitari abbiano escluso per ben due volte la positività al batterio, il diciassettenne sarà costretto a rimanere nel paese della grande muraglia ancora per un bel po’ in quanto le autorità cinesi hanno dichiarato di non avere stalli liberi per l’atterraggio e il relativo rimessaggio del velivolo dell’aeronautica militare italiana che, quest’oggi, avrebbe dovuto riportare in patria il nostro giovane connazionale, in Cina per un progetto scolastico di ”Intercultura”. ”La priorità, – ha dichiarato in una nota il governo di Pechino – va data agli aerei cargo che trasportano nel nostro paese i beni di prima necessità”.

Aggiornamento (Ore 17:00 13/2/2020):

Da Wuahn arrivano buone notizie, secondo quanto riferito dalla Farnesina, è stato raggiunto un accordo con le autorità cinesi. Secondo il Ministero degli Esteri, il volo speciale dovrebbe partire domani dall’Italia e rientrare a Roma sabato 15.

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha espresso ulteriori rassicurazioni a riguardo: “Mancava l’autorizzazione, ma adesso tutto dovrebbe essere risolto”.

 

 

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore