“TSFF goes Virtual”: arrivano i VR Days al Trieste Film Festival

15.01.2020 – 13.00 – Tra i numerosi eventi e proiezioni in programma per la trentunesima edizione del Trieste Film Festival, l’ormai storica e celebre rassegna cittadina dedicata alla migliore cinematografia dell’Europa centro orientale, ampio spazio sarà riservato anche quest’anno all’esplorazione delle nuove tecnologie con il progetto “TSFF goes Virtual – VR Days“.
I nuovi media immersivi mettono lo spettatore in un ruolo diverso, lo immergono in un ambiente nel quale entra e diventa il centro dell’attenzione/azione.” Spiega il responsabile della sezione VR del TSFF Antonio GiacominE con il nuovo medium espressivo della realtà virtuale tutto ciò viene sperimentato con nuovi contenuti e con nuove modalità di interazione tra storia e spettatore. La narrazione è ancora alla ricerca di un protocollo, di una serie di regole e sensibilità per un nuovo modo di raccontare il mondo e molte donne si sono cimentate in questo nuovo metodo, non solo per immagini, ma soprattutto per esperienze.

Questa terza edizione dei VR Days vedrà centrale in particolare il tema del ruolo delle donne nei media immersivi, dei quali saranno esplorate le nuove tecnologie e le nuove modalità di racconto nel corso dell’incontro “Donne E Storytelling Nella Realtà Virtuale“, sabato 18 gennaio, alle ore 17.00 al Café Rossetti, con la regista e produttrice Stefania Casini, con l’artista visiva e filemaker, Sara Tirelli e Alessia Sonaglioni dell’European Women’s Audiovisual Network. Modera Agnese Pietrobon, psicologa e ricercatrice delle tecnologie immersive.

Per un’esperienza “fisica” e “tangibile”, invece, a partire da sabato 18 fino a martedì 21 gennaio, dalle ore 11:00 alle ore 19:00, nel foyer del Politeama Rossetti, con la realizzazione di Antonio Giacomin, immersive video & VR specialist, sarà possibile “immergersi” in ben tre esperienze in VR. Si tratta di “Mare Nostrum. The Nightmare” di Stefania Casini, un live action in cui coraggio, speranza, nostalgia, paura, sofferenza e spaesamento scandiscono il viaggio di un giovane migrante di tredici anni; “Medusa Act II” di Sara Tirelli, un cortometraggio sulla crisi contemporanea dell’identità europea e sulle conseguenze che hanno i grandi flussi di migranti sulla fortezza Europa ed infine, con il progetto Esterno / Giorno di Casa del Cinema di Trieste, l’appuntamento “Set Reali E Visite Virtuali” che porterà lo spettatore ad immergersi nei set dei più celebri film e serie TV girati in Friuli Venezia Giulia.

Infine, la quarta esperienza in VR avrà luogo sempre da sabato 18 a martedì 21 gennaio, dalle ore 11.00 alle ore 19.00 all’Hotel DoubleTree by Hilton Trieste, con “The Key” di Céline Tricart, un’esperienza interattiva che mescola teatro immersivo e realtà virtuale, nella quale il partecipante dovrà affrontare sfide e decisioni difficili nel corso di un viaggio “immaginario”.