19.3 C
Trieste
lunedì, 3 Ottobre 2022

Trieste,Villa Haggiconsta ancora allo sbando. FdI richiede l’intervento sulla struttura

09.12.2019 – 13.06 – Le segnalazioni di famiglie preoccupate sul destino di Villa Haggiconsta sono giunte fino a Nicole Matteoni, vice segretario provinciale di Fratelli d’Italia. Attraverso il proprio rappresentante in IV circoscrizione si è chiesto l’interessamento degli assessori competenti sul destino della struttura a seguito dell’inserimento dell’immobile nel piano delle alienazioni del Comune di Trieste.

“Vogliamo sentire gli assessori in merito ai costi di restauro di Villa Haggiconsta. Non possiamo lasciare che questo immobile di interesse storico, adibito a scopi sociali, possa esser venduto senza conoscere i costi effettivi, non solo economici, ma pure sociali di tale operazione. Abbiamo votato a favore del piano alienazione con questa richiesta accolta dal consiglio circoscrizionale” dichiara Federico Bertoli, vice presidente e consigliere circoscrizionale della IV circoscrizione, spiegando così la posizione di Fratelli D’Italia nel momento del voto sul piano delle alienazioni. Villa Haggiconsta, storica residenza triestina, edificata nel 1889 da Giorgio Haggiconsta, ricco imprenditore greco – russo, situata a Trieste in viale Romolo Gessi, è stata, per molto tempo, la sede di un centro diurno per disabili. Poi in accordo con la Regione è stata chiusa nel maggio del 2008 dal comune di Trieste per intervenire con una manutenzione dell’immobile mai avvenuta.
Un tempo Villa Haggiconsta ospitava 25 ragazzi con disabilità gravi che furono poi spostati e trasferiti in altre sedi provvisorie.

[a.d.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore