30.6 C
Trieste
martedì, 28 Giugno 2022

Poste Italiane installa nuovi ATM in Friuli. Sarà più semplice utilizzare le carte di credito

09.08.2019 – 09.08 – L’esigenza di gestire i propri risparmi in maniera autonoma, pratica ed economica da parte della maggioranza dei soggetti impone agli istituti di credito, da un lato, di incrementare la propria offerta finanziaria e, dall’altro, di espandersi su tutto il territorio nazionale, anche per facilitare l’uso delle carte di credito nelle zone a bassa densità di popolazione. In particolare Poste Italiane è presente con 1691 uffici postali nel Nord Est d’Italia ed è presente sul territorio nazionale con circa 7250 ATM. L’obiettivo prefissato dall’azienda è quello di garantire anche anche nei comuni con pochi abitanti, la possibilità di avere a disposizione ATM.

Proprio in quest’ottica, Poste Italiane nell’ultimo periodo ha installato in Friuli Venezia Giulia un nuovo sportello automatico ATM nel Comune di Forgaria, che conta circa 1800 abitanti. Il dispositivo è all’avanguardia e funziona ogni giorno, senza interruzione, garantendo ai clienti un’operatività piuttosto eterogenea. È infatti possibile effettuare prelievi o pagamenti delle utenze, ma anche eseguire ricariche telefoniche e su carta, nonché avere contezza del saldo e delle movimentazioni del conto corrente di cui si è titolare. Può essere utilizzato sia da coloro che posseggono una carta PostePay o Carta Postamat Maestro, che da chiunque sia titolare di una carta facente parte dei principali circuiti internazionali come MasterCard e Visa. Questo traguardo rappresenta solo una tappa di un più ampio progetto destinato a favorire l’inserimento dei piccoli Comuni nei circuiti finanziari, così come può evincersi nella sezione ad essi dedicata sul sito ufficiale di Poste Italiane, ma sono più in generale destinate a partecipare allo sviluppo sostenibile dello Stato.

Guardando l’altro versante della medaglia, però, occorre porre attenzione alle conseguenze negative della scorretta gestione delle proprie finanze, soprattutto se si considera che oggi, differentemente dal passato, è molto più semplice accedere a qualsiasi strumento finanziario giacchè i requisiti richiesti dagli istituti di credito sono sempre meno stringenti. Questo fenomeno riguarda soprattutto la popolazione italiana giovane, la cosiddetta millenial generation, che già deve fronteggiare oltre 370 miliardi di finanziamenti studenteschi a proprio carico, godendo tuttavia di un patrimonio nettamente meno consistente rispetto alle generazioni precedenti.

Contrariamente all’idea comune, il più elevato rischio di subire impreviste conseguenze economiche altamente dannose ed a lungo termine è connesso al possesso di una carta di credito. Bisogna sempre ricordare che a ciascuna carta è collegato un tasso di interesse (anche fino al 17%): pertanto, se il soggetto mantiene elevati i propri introiti riesce a coprire agevolmente questo costo, altrimenti finisce in rosso ed essere qualificato come un cattivo pagatore può pregiudicare il futuro della propria vita finanziaria. Ad esempio, sarà difficile rivolgersi ad altre banche o finanziarie per richiedere un prestito, anche per finalità importanti, come la qualificazione professionale, l’acquisto di un’automobile o la ristrutturazione di un immobile. Quindi bisogna scegliere con attenzione una carta di credito: oggi infatti esistono tante banche e finanziarie che propongono credit card senza canone e a costi di gestione davvero bassi.

(per approfondimenti e scoprire le ultime novità sul mercato: http://www.cartedipagamento.com/carte_di_credito_zero_spese.htm).

[c.s.][s.p.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore