Angelo Comisso foto di Massimo Goina - Studio Goina

10.08.2019 – 12.35 – Si chiude il Festival Internazionale TriesteLovesJazz, che concluderà il suo palinsesto con un ultimo suggestivo ed emozionante appuntamento cittadino, il tradizionale concerto all’alba sul Molo Audace di Trieste, che andrà in scena domani, domenica 11 agosto, alle ore 4.50 e che quest’anno ospiterà il piano solo dell’eclettico ed appassionato Angelo Comisso: pianista di formazione classica ma con una sensibilità che lo porta ad esprimersi con grande lirismo, creatività e senza restrizioni sia nel jazz più tradizionale che nella musica più libera ed improvvisata.

Diplomato in pianoforte classico al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, l’artista si avvicina ben presto alla musica jazz grazie alla guida del padre trombettista, intraprendendo dall’età di quindici anni un percorso professionale che lo porterà a suonare a fianco di musicisti di levatura internazionale.
Pianista dallo stile appassionato e dalla personalità senza compromessi
, con i suoi piano-solo crea un intenso percorso musicale di contaminazione fra la musica colta-contemporanea, il jazz di marchio europeo e l’improvvisazione totale. Nella vesta di improvvisatore solista è molto apprezzato sia dal pubblico che dalla critica, in particolare dal famoso critico musicale Franco Fayenz.
Ha in corso una una felice collaborazione con il sassofonista Francesco Bearzatti e  dal 2003 suona stabilmente con il trombettista e compositore tedesco Markus Stockhausen. Insieme suonano in duo e/o in trio con Christian Thomé alla batteria (Lichtblick Trio). Nel 1999 ha formato l’Angelo Comisso Trio, che si esibisce regolarmente in Italia e all’estero ed ha inciso due cd “Towards Home” (1999) e “Sturm und Drang” (2010), anch’esso segnalato fra i 100 migliori cd jazz dell’anno dalla rivista Jazzit.