16.7 C
Trieste
domenica, 25 Settembre 2022

Trasporti, domani sciopero e presidio: L’USB: “Chiediamo un incontro alle istituzioni regionali”

16.05.2019 – 12.19 – “Lo sciopero di domani, venerdì 17 Maggio, vuole dare un segnale chiaro a chi pensa che attraverso il consorzio, la SCARL TPL-FVG, si può continuare a far pagare ai lavoratori i costi della richiesta di aumento delle condizioni di servizio, mentre il privato utilizza i fondi pubblici come fosse un bancomat”. Questa la dichiarazione dell’organizzazione sindacale USB, che, nel contesto dello sciopero nazionale dei trasporti, ha proclamato un’agitazione con presidio e conferenza stampa davanti alla sede di Trieste Trasporti in via Caduti sul Lavoro.

“Il coordinamento regionale di USB del TPL FVG”, prosegue Sasha Colautti per il coordinamento regionale USB Lavoro Privato, “ritiene sia doveroso organizzarsi per aprire una discussione importante sia con le aziende che con le istituzioni. Per questo la nostra organizzazione ha già richiesto un incontro alla Regione Friuli Venezia Giulia, per avere dei primi elementi di chiarezza su come il soggetto pubblico si pone nei confronti di chi uscirà ‘vincitore’ del bando regionale. L’assessore Pizzimenti deve darci delle indicazioni precise in merito. Inoltre le assemblee svoltesi ieri presso la Trieste Trasporti hanno evidenziato l’esigenza di un confronto sulle condizioni di lavoro – organizzazione del lavoro, sicurezza e orari – e sulla condizione salariale delle lavoratrici e dei lavoratori”. USB, a livello nazionale richiede la definizione di una reale politica dei trasporti in Italia e politiche contrattuali che impediscano il dumping salariale e dei diritti. Al presidio di fronte alla sede di Trieste Trasporti in via Caduti sul Lavoro 2, USB terrà alle 10 una breve conferenza stampa per illustrare le ragioni della protesta e del percorso di mobilitazione.

[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore