Il contesto e lo scambio. Concetti fondamentali per decifrare dinamiche sessuali spesso scontate.

17.05.2019 – 20.55 – In questo momento mi sento un po’ come ClioMakeUp  quando registra i suoi video su YouTube. Per chi non è un appassionato di Make Up come me, Clio è una ragazza italiana che si è trasferita con il suo compagno in America. Ha seguito una scuola di Make Up ed in contemporanea ha iniziato a registrare i suoi video trasferendo alle ‘followers’ del suo canale le nozioni che stava imparando. È lo stesso spirito e piacere che provo nel trasmettervi, scrivendo, dei concetti che ho appreso da libri e corsi sulla sessualità. Ci sono un paio di nozioni che non potevo assolutamente tenervi nascoste.

Molto spesso si parla di tecniche di seduzione ed erotismo, di come mantenere accesa la relazione; del perché ci sono insoddisfazioni sessuali nelle coppie. Ciò di cui lamentano più spesso gli uomini riguarda il desiderio di avere più rapporti sessuali con la propria partner; inteso numericamente. E viceversa si sente dalle donne una sensazione di noia, di mancata eccitazione; il non essere spesso disponibili. Tutto ciò viene comunemente attribuito ad una certe abitudinarietà, alla facilità con cui si danno per scontate alcune cose con il tempo; ad un’ attrazione che non è forte come all’inizio e via dicendo. Parlando inoltre di frequentazioni occasionali, cosa definisce una nottata migliore di un’altra, perché un partner a pelle lascia un’impronta più significativa di un altro/a. Tutti luoghi comuni che mi sono sempre sembrati riduttivi; come se tutte le persone avessero un percorso segnato dall’inizio. Ci sono, fortunatamente, coppie sessualmente appagate anche dopo molti anni di relazione. E allora continuo ad indagare su ciò che oggi sembra lo straordinario, su ciò che permette alla Bellezza di non diventare ovvia e banale. Ci sono due fattori molto importanti di cui tener conto, sempre: il contesto e soprattutto lo scambio.

Il contesto è un mondo in cui singole sfumature possono trasformare l’atmosfera e quindi lo stato d’animo. Mi spiego meglio: “..le circostanze esterne – con chi sei, dove ti trovi, se la situazione è inconsueta o familiare, rischiosa o sicura ecc..- e lo stato mentale del momento: se si è rilassati o stressati, se ci si fida o no, se si prova amore o no, proprio in quel preciso istante.” ( tratto dal libro “Come as you are” di  E. Nagoski). Tendenzialmente il contesto è un fattore che destabilizza maggiormente la donna e oltretutto in modi molto diversi per ognuna. I fattori dai quali dipende la risposta sessuale sono diversi e personali per ogni individuo; ne abbiamo già parzialmente parlato in un altro articolo. Lo scambio è invece un concetto fondamentale su cui basa la relazione; una legge naturale per cui il flusso tra il ricevere e il dare dev’essere alla pari. Sembra un concetto estremamente elementare ma se questo circolo non resta fluido, qualcosa va in disequilibrio. Gli individui che sono molto bravi a dare, se non sono capaci di ricevere distruggono quell’energia; e viceversa,allo stesso modo, per chi è bravo solo a ricevere. Per mantenere la situazione in armonia lo scambio deve scorrere alla pari, reciprocamente. Il discorso è molto più complesso di così, ma teniamo come spunto di riflessione il concetto in modo basilare.

Trasportiamo ora questi due criteri alla sessualità e rileggiamo le situazioni citate sopra. Il fattore di scambio ed il contesto rientrano perfettamente se parliamo di un uomo insoddisfatto riguardo la frequenza. Non c’è scambio in quel momento se solo uno dei due partner non ha voglia ma è pure possibile che in un diverso contesto questo invece si verifichi. L’attrazione può venire a mancare perché il partner è stanco di proporsi e di venire rifiutato (mancato scambio) o perché il partner è stressato al lavoro (contesto). E viceversa, gli esempi possono essere infiniti; potremmo usarli per capire molte dinamiche sessuali e relazionali. Se parliamo di un rapporto occasionale in cui con il partner c’è stata molta intesa per reciproca attrazione fisica e reciproca passione, parliamo ancora di scambio. Qualsiasi rapporto sessuale è pienamente soddisfacente se si avverte lo scambio, meglio ancora se pure il contesto è in armonia; ricordatevi che non si parla del luogo ma di molto altro. Parlando per esempio del sesso orale, molte persone possono sentirsi frustrate nel dare ma non ricevere; così come se si riceve molto ma non viene permesso di ricambiare e quindi dare. Ad ogni modo viene bloccato lo scambio; è possibile che questo non venga percepito subito ma che a lungo andare crei disarmonia.

La complicità è un termine molto amato quando si parla di relazioni o di sessualità ed intende appunto uno scambio di grande intesa; un’azione di reciprocità. Ritroviamo questo pensiero anche nell’articolo in cui vi parlavo del trasgredire assieme, con il quale vi saluto e vi do appuntamento alla prossima settimana per un’ altra del nostro viaggio!

“Scambiandosi i loro pensieri, gli uomini comunicano come nei baci e gli abbracci; chi accoglie un pensiero non riceve qualcosa, ma qualcuno.”
(Hugo von Hofmannsthal)

[Chi fosse interessato ad informazioni può contattarmi come referente Rosso Limone alla mail: [email protected]]