26.8 C
Trieste
mercoledì, 10 Agosto 2022

Concorso letterario “Premio ANDE”, vince uno studente dell’Oberdan

01.03.2019 – 08.40 – Piccoli scrittori crescono: centoquarantanove studenti hanno partecipato nel 2018 al Concorso letterarioPremio ANDE Scuola“, riservato alle classi quarte e quinte degli Istituti superiori di Trieste. I giovani hanno ricevuto ieri sera i diversi premi stabiliti dalla locale Sezione della ANDE-Associazione Nazionale Donne Elettrici, che ha così festeggiato il nono anno consecutivo del Concorso. Una partecipazione intensa, che attesta l’interesse della gioventù nella scrittura e nell’azione pubblica.

I premi, attribuiti da una Giuria composta dalla presidente dell’ANDE Trieste marchesa Etta Carignani, dalla presidente del Gruppo ANDE Scuola Marina Bartolucci Sedmak, dallo stesso professor Paolo Giangaspero, dalla professoressa Cristina Benussi docente di Letteratura Italiana contemporanea e dall’ex direttore de Il Piccolo Enzo D’Antona, tutti presenti oggi nell’Aula Consiliare, sono stati così assegnati:

  • Primo premio (Premio ANDE) di 1000 Euro a Francesco Pajero classe V C del Liceo scientifico “Oberdan”
  • Premio SpecialeGuido Segre” di 500 Euro (dedicato alla memoria del padre della marchesa Carignani) a Samuele Calabria classe V B dello stesso Liceo “Oberdan”
  • Premio SpecialeAlvise Barison” di 500 Euro a Anna Sabbadin classe V Beta dell’ISIS “Giosuè Carducci – Dante Alighieri”
  • Premi minori di 50 Euro ciascuno in buoni per l’acquisto di libri (alla libreria Lovat di Trieste) agli studenti finalisti: Maria Biasiol V G Liceo “Oberdan”, Veronica Piredda V A Liceo scientifico sloveno “France Prešeren”, Beatrice Perkan V C Liceo “Oberdan”, Mafalda Solza II A Liceo classico “Petrarca”, Rachele Piccolo V CSU “Carducci – Dante”, Dusan Sutulovic V E-IN ITS “Volta”, Luca Alberti IV C Liceo scientifico “Galilei”, Elisa Ceschia V DS ITS “Deledda – Fabiani”.

La cerimonia è stata aperta dal Sindaco Roberto Dipiazza che, ringraziando l’ANDE per la bella e significativa iniziativa, si è rivolto ai giovani premiati invitandoli a studiare e a prepararsi sempre meglio, “in uno scenario mondiale dove la specializzazione è sempre più necessaria, forse diversamente da un mondo precedente dove l’imprenditore di successo poteva a volte far conto anche solo sul suo genio personale. E ciò – ha detto ancora il Sindaco – innanzitutto allo scopo di far progredire e rialzare un Paese come il nostro, che ancora può tornare, respingendo le inutili diatribe interne, a ‘pensare in positivo’, assurgendo agli alti traguardi che meriterebbe”.

Dipiazza ha infine rimarcato, proprio nel senso di un rafforzamento del complessivo sistema degli studi e dell’istruzione nella nostra città, la scelta dell’Amministrazione di far sorgere nella vasta area dell’ex caserma di via Rossetti, con i suoi 12 ettari, ‘il grande campus di Trieste’, riunendovi, in modo funzionale e organico, la gran parte dei nostri istituti superiori.

Prima del ‘via’ alle premiazioni, la marchesa Carignani ha rivolto “un fervido abbraccio a voi ragazzi, alla vostra grande voglia di sapere, al vostro entusiasmo, alla bravura e curiosità che avete dimostrato con il vostro speciale impegno in questo Concorso”.

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore