29.7 C
Trieste
lunedì, 8 Agosto 2022

Barcolana50 dà i numeri: guadagno di 71,5 milioni di euro con 300mila presenze

07.02.2019 – 08.39 – Oltre settanta milioni di euro di proventi, con un coinvolgimento di trecentomila persone. A  distanza di mesi, la Barcolana50 continua a superare traguardo dopo traguardo; secondo infatti lo studio del prof. Guido Guerzoni dell’Università Bocconi, la ricchezza generata a Trieste dalla “regata più grande del mondo” è quantificabile sui 71,5 milioni di euro. Senza trascurare il ritorno di immagine per la città di Trieste, così come l’immensa copertura mediatica, a loro volta misurabili in approssimativi 26,5 milioni di euro.

“Il dato che emerge – sintetizza il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz – è che la Barcolana è in grado di generare un guadagno economico per Trieste e il territorio pari a 71,5 milioni di euro. Ricchezza che arriva nell’ultimo trimestre dell’anno, a vantaggio di tutta la comunità: non si tratta di guadagni che vanno alla Barcolana, ma dell’impatto economico generato dall’evento sull’intero territorio, in particolare su Trieste, ma anche su tutta la Regione”.

Per creare altrettanto valore per il territorio – si legge nello studio – Trieste dovrebbe avere una nuova azienda con 572 occupati full time, poiché il valore generato corrisponde appunto a 572 FTE, posti di lavoro/anno full time equivalenti.

“Abbiamo calcolato l’impatto economico – spiega il prof. Guido Guerzoni, che in Italia ha effettuato i principali studi di impatto economico dei festival letterari e delle mostre d’arte – utilizzando la più prudente delle metodologie standard adottata a livello internazionale, impiegata da oltre quindici anni per stimare l’impatto economico dei principali eventi culturali italiani, dal Festivaletteratura di Mantova a Pordenonelegge”.

Gli investimenti ingenti delle istituzioni, così come i notevoli guadagni dei partecipanti si traducono in un positivo ritorno di entrate per la città. Gli enti pubblici locali investono in totale 340mila euro in contributi alla regata, ricavando una tassazione diretta e indiretta di oltre 6,2 milioni di euro l’anno.

“Si può dire – ha sintetizzato Guerzoni – che per gli enti pubblici di questa Regione la Barcolana sia un ottimo affare: investendo, nel 2018, 340mila euro hanno ottenuto un ritorno economico diretto di oltre 6 milioni di euro, con un ROI di 18,14. Se la Barcolana non ci fosse, gli enti pubblici avrebbero 6 milioni di euro in meno da destinare ai propri bilanci ogni anno, e il PIL di Trieste avrebbe oltre 71,5 milioni in meno l’anno, perdendo una fonte di ricchezza importante per la città”.

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore