23.4 C
Trieste
mercoledì, 10 Agosto 2022

“Caffè dei Quanti”, doppio incontro con Richard Feynman e la meccanica quantistica

03.11.2018 – 10.21 – Continuano gli appuntamenti con il “Caffè dei Quanti“, dove la ricerca scientifica si intreccia al piacere di sorseggiare un buon “capo in B”: martedì 6 novembre 2018, a partire dalle ore 18.30, presso il Caffè dei Libri (Via San Lazzaro 17), l’attore Riccardo Beltrame presenterà al pubblico la narrazione “Richard Feynman, il ritmo della fisica”. Nel suo racconto l’attore ripercorrerà l’intensa vita dello scienziato Richard Feynman, Premio Nobel per la fisica nel 1965 per l’elaborazione dell’elettrodinamica quantistica, dagli importanti risultati scientifici alle passioni più sorprendenti. Infatti, Feynman affiancava alle riconosciute doti di fisico un senso dell’umorismo decisamente raro e un carattere notoriamente eccentrico.

A seguire Mauro Paternostro, professore di Ottica Quantistica e Scienze Quantistiche dell’Informazione alla Queen’s University Belfast, terrà il suo intervento su “Algoritmi, telecomunicazioni e crittografia: la rivoluzione quantistica”.

“Prima, c’è stato il motore a vapore. Ed è stata rivoluzione! Poi, il transistor, e il nostro modo di scambiarci informazione è cambiato completamente. Tra poco, sarà la meccanica quantistica a rivoluzionare il modo di interpretare il mondo intorno a noi”.

Paternostro ci guiderà in un breve viaggio nell’infinitamente piccolo, dove i meccanismi fondamentali sembrano diventare contro-intuitivi e la meccanica quantistica diventa rilevante. Aiuterà a scoprire effetti curiosi, quali l’entanglement ed il parallelismo quantistico, e a capire come sfruttarli per comunicare informazione e manipolarla, in modi del tutto impossibili ad un computer classico o al migliore dei nostri smartphones.

Accompagneranno l’incontro le musiche di D. Ellington e C. Mingus eseguite dal Tartini Jazz Trio.

Riccardo Beltrame, nato a Trieste, dove si è laureato in Scienze della Comunicazione, è attivo in ambito teatrale dalla fine degli anni Novanta. Ha collaborato, come attore, con differenti realtà teatrali, tra le quali Il Teatro Stabile “La Contrada” di Trieste, Il Dramma Italiano di Fiume, l’Associazione Internazionale dell’Operetta, il Gruppo Teatrale per il Dialetto, l’Accademia Sperimentale dello Spettacolo Carnia di Tolmezzo. È stato, inoltre, interprete di piccoli ruoli per il cinema e ha al suo attivo anche diverse esperienze radiofoniche in sceneggiati radiofonici Rai. Dal 2007 fa parte della compagnia TeatroBàndus, con la quale ha portato in scena numerose rappresentazioni teatrali per ragazzi e per adulti.

Mauro Paternostro, laureato in Fisica Teorica a Palermo, ha ricevuto il Dottorato di Ricerca dalla Queen’s University Belfast (Regno Unito) nel 2006. È stato Leverhulme Trust Early Career Fellow, AWF Fellow (presso l’università di Vienna), Alexander von Humboldt Fellow, ed EPSRC Career Acceleration Fellow. Nel 2008 è diventato Professore Associato presso la Scuola di Matematica e Fisica, Queen’s University Belfast, dove ha fondato il gruppo di tecnologie quantistiche che adesso dirige. Dal 2013, è Professore Ordinario di Ottica Quantistica e Scienze Quantistiche dell’Informazione a Belfast, e Direttore di Ricerca del Centro per la Fisica Teorica Atomica, Molecolare, ed Ottica. Ha ricoperto posizioni da Visiting Professor all’Università di Ulm, l’Università Federale in San Paolo, La Sapienza di Roma e la Sorbona a Parigi.

Il Tartini Jazz Trio è composto da: Luka Florjančič (chitarra), Simone Lanzi (contrabbasso), Nik David Lipovac (batteria), studenti del Conservatorio di Musica “G. Tartini” di Trieste.

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore