10.09.2018 – 10.40 – Si terrà dal 13 al 15 settembre a Trieste, presso la Stazione Marittima, l’annuale Incontro Nazionale di Studi delle Acli dal titolo “Animare la città“,con cui le Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani indicheranno la direzione per l’anno che si apre, orientando il meeting verso tematiche attuali, che riguardano in particolar modo le due grandi fratture che al momento stanno bloccando il nostro paese dal punto di vista lavorativo: quella generazionale e quella territoriale.
Leggere il presente per poter presentare proposte per il futuro è quindi quello che si propongono di fare le Acli, mettendo a disposizione le proprie competenze durante i tre giorni di dibattiti, discussioni ed approfondimenti che si svolgeranno nella nostra città.
Si terrà inoltre nel pomeriggio di venerdì 14, una tavola rotonda sulle fratture della politica, a cui parteciperanno anche Graziano Del Rio, Mariastella Gelmini, Roberto Speranza e il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte che interverrà al termine dell’incontro.
Sarà infatti in questa occasione che le Acli porteranno al Capo del Governo alcune proposte di legge in tema di formazione, lavoro, previdenza e fisco tra cui le più importanti riguarderanno la riforma dei Centri per l’impiego da connettere con i Centri di Formazione Territoriale accreditati; l’introduzione di una pensione di inclusione che permetta di garantire, al pari del reddito di inclusione, un minimo vitale; la rielaborazione dei criteri di progressività sanciti dall’articolo 53 della Costituzione per la restituzione nei confronti dei contribuenti di una tassazione equa.
Durante l’incontro vi sarà oltretutto anche la presentazione della ricerca inedita svolta dall’Iref (Istituto di ricerche educative e formative) dal titolo “Le Cinque Italie al voto”, uno studio riguardante i flussi elettorali nel nostro paese elaborato a partire da una divisione in cinque macro-regioni che tiene contemporaneamente conto di alcune variabili come il dinamismo imprenditoriale, la partecipazione associativa e il livello del welfare territoriale.
Sullo sfondo del meeting vi saranno poi alcuni approfondimenti storici a partire da alcune ricorrenze come i cento anni dalla Grande Guerra, i cinquant’anni dal ’68, i quaranta dalla Legge Basaglia e i cento dalla nascita di Livio Labor, figura di riferimento per il nostro Paese e per le Acli.