11 C
Trieste
lunedì, 5 Dicembre 2022

Scuola: una partenza difficile, Rosolen: “Valutare un asse del Nordest con il Veneto”

30.08.2018 – 09.16 – Il prossimo 10 settembre, 144.193 studenti del Friuli Venezia Giulia torneranno in classe per l’anno scolastico 2018-2019; tuttavia molte rimangono le incognite a ogni livello del sistema d’istruzione, dalle elementari, alle medie, alle superiori. Al di là dei gravi problemi relativi all’edilizia scolastica e ai trasporti verso le aree periferiche, specie per le bistrattate scuole in montagna e i quartieri di periferia, c’è un’ormai cronica carenza di dirigenti scolastici e amministrativi, senza trascurare la continua instabilità, insicurezza lavorativa e mancanza di personale che caratterizza il corpo docente, il personale ATA e gli assistenti tecnici e ausiliari.

L’assessore regionale all’istruzione, Alessia Rosolen, ha riconosciuto le critiche della Cgil e ha affermato di essere all’opera per risolvere quantomeno i problemi più gravi, causa di “disagi non tollerabili“. La soluzione di lungo periodo, secondo la Rosolen, sembra essere “dare attuazione al titolo V sull’autonomia, come ampiamente previsto dallo Statuto”.

Stando all’assessore, occorre premere a fondo sul pedale dell’autonomia, al fine di garantire alle scuole della Regione il maggiore afflusso di fondi possibile. In questo contesto, si sta ipotizzando un’alleanza con il Veneto, anche se l’intera operazione rimane allo stadio attuale una congettura: “Stiamo valutando l’ipotesi di costituire un asse del Nordest con il Veneto, che, forte dell’esito plebiscitario del referendum sull’autonomia, sta accelerando per potenziare le proprie competenze in materia di scuola. L’autonomia scolastica è una partita che, per impatto economico, sfonda la barriera dei 900 milioni all’anno solo per la gestione del personale”.

Sembra tuttavia essere una questione ancora in forse, a giudicare dalla domanda finale, dalle conseguenze, specie amministrative, da valutare con attenzione: “Non si tratta di atti simbolici, ma di riforme che, come nel caso della sanità, trasformano il bilancio della Regione. La domanda è: trattenendo le risorse che, adesso, vanno allo Stato, sapremmo dare risposte migliori e l’offerta didattica salirebbe di livello? A mio avviso la Regione è pronta a raccogliere questa sfida”.

L’assessore ha anche affrontato il tema dell’integrazione, osservando come la scuola, nonostante la parte da leone a questo proposito, non debba agire isolata: “Quando immigrazione, integrazione e istruzione si intrecciano, è doveroso approcciarsi con responsabilità, ma non possiamo sperare che i problemi si risolvano da soli“. A questo proposito, nell’ottica di una collaborazione multipla tra le istituzioni, sono già stati programmati i primi interventi: “Serve un’azione sinergica tra Regione, Comuni e scuole, naturalmente con la regia del direttore dell’Ufficio scolastico regionale: stiamo già prevedendo un piano con interventi puntuali sulla nuova programmazione della rete del dimensionamento scolastico”.

In questi giorni si è anche discusso il tema annoso dei costi dei libri, della cancelleria e degli zaini, definiti “un bagno di sangue per le famiglie, costrette a spendere svariate centinaia di euro solo per i volumi di testo”. A questo proposito, al di là dei libri in comodato gratuito per le scuole, la Regione ha annunciato nuovi “strumenti per il sostegno al diritto allo studio“, tuttavia ancora da definire, in quanto si stanno “cercando soluzioni più efficaci”. L’inizio dell’anno scolastico, previsto tra poche settimane, rende tuttavia improbabile che si verifichi alcun aiuto concreto.

Infine, l’assessore, in conclusione all’intervento, non ha resistito a una stoccata verso la precedente amministrazione: “Non è mia abitudine polemizzare inutilmente, né iscrivermi all’elenco, già lunghissimo, di chi scarica colpe e responsabilità su altri: tuttavia, ricordo che l’ufficio scolastico regionale è stato declassato nello scorso quinquennio e oggi stiamo lavorando per recuperare il terreno perso”.

spot_img
Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore