16.8 C
Trieste
sabato, 13 Agosto 2022

Sosta selvaggia in Costiera, Trieste e Duino Aurisina annunciano provvedimenti

30.06.2018 | 12.20 – Prevenire il problema delle soste in divieto, venendo incontro, allo stesso tempo, alle esigenze di parcheggio di cittadini e visitatori. È questo l’obiettivo della campagna di informazione preventiva annunciata in una Conferenza Stampa congiunta del Comune di Trieste e del Comune di Duino Aurisina, a cui hanno partecipato il Vicesindaco di Trieste e Assessore Comunale alla Polizia locale, Sicurezza e Protezione Civile, Paolo Polidori, il Sindaco di Duino Aurisina, Daniela Pallotta e i rappresentanti della Polizia Locale dei due comuni, il commissario Massimo Cella per Trieste e il comandante Manlio Pellizzon per Duino Aurisina.

Oltre alla campagna informativa, nel corso della conferenza sono stati annunciati anche una serie di provvedimenti che verranno presi per porre fine – o, quantomeno, per limitare – al problema dei parcheggi in divieto, particolarmente pressante durante la stagione estiva, quando lungo la Strada Costiera il traffico è spesso ostacolato da una moltitudine di vetture lasciate in sosta, nonostante i divieti vigenti lungo tutta la strada, creando anche situazioni potenzialmente pericolose, come ad esempio possibili scontri con mezzi in circolazione: “Basti pensare – ha sottolineato il Vicesindaco Polidori richiamando le nuove norme sull’omicidio stradale – che se una vettura ferma lasciata in sosta irregolare causa, anche solo indirettamente, con la sua presenza “fissa”, un morto o un ferito, quando  un altro guidatore o un motociclista, anche solo casualmente, ci dovesse finire contro con il proprio mezzo, la nuova legge prevede che il proprietario del veicolo in divieto diventi automaticamente corresponsabile del reato.”.

Polidori ha poi tenuto a precisare che le nuove misure previste dal Comune contro chi compierà infrazioni “non intendono rivestire in alcun modo un intento di particolare accanimento contro chi parcheggia in Costiera“, ma rappresentano invece ” un modo che i nostri Comuni adotteranno per tutelare gli stessi cittadini che violano i divieti, “salvandoli” dalle conseguenze ben più pesanti di una normale multa in cui potrebbero incorrere nel caso fatale in cui i loro mezzi venissero, come detto, coinvolti sia pur indirettamente in incidenti con danni alle persone.”. Per venire incontro alle esigenze dei bagnanti e dei proprietari degli stabilimenti, Polidori ha annunciato l’attivazione di un nuovo mega – parcheggio da 500 posti auto e di un parcheggio coperto a pagamento a Barcola (quest’ultimo, inutilizzato da diversi anni, rientrerà in funzione già il prossimo lunedì 2 luglio). Inoltre, Polidori ha annunciato anche un accordo con FVG Strade per il recupero di quanti più posti auto per il parcheggio lungo la Strada Costiera. Infine, Polidori ha affermato l’importanza di stimolare iniziative, anche private, per l’attivazione di servizi di bus navetta.

Sulla stessa linea di Polidori anche il sindaco di Duino Aurisina, Daniela Pallotta, che ha ribadito quanto sostenuto dal Vicesindaco triestino, in particolare la proposta di istituire un servizio di bus navetta, sottolineando come in realtà a Duino un simile servizio sia già attivo e molto frequentato, con il collegamento con la località slovena Comeno. Pallotta ha inoltre ribadito la necessità di proseguire nell’azione coordinata tra i due Comuni per mantenere il rispetto delle leggi limitando al minimo i disagi.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore