13 C
Trieste
lunedì, 5 Dicembre 2022

Estradato in Italia l’autista dell’Audi gialla che aveva terrorizzato il Nord- est

6.10.16 | 15.40 – È giunto nel pomeriggio di ieri all’aeroporto della Malpensa, scortato da personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, Vasil Rama, 36 enne albanese (nella foto), sospettato di essere l’autista della nota “banda dell’Audi Gialla”.

L’uomo è accusato di essere il conducente dell’auto veloce a bordo della quale una banda di “predoni” nel gennaio scorso, ha terrorizzato il nord-est italiano con violente rapine seguite da rocambolesche e pericolosissime fughe attraverso numerose arterie stradali ed autostradali oltrepassando i 250 km orari con la potente Audi RS4 di colorie giallo, con targa svizzera, forzando posti di blocco, ingaggiando conflitti a fuoco e sfuggendo sempre alla cattura anche percorrendo tratti autostradali contromano mettendo a repentaglio la vita degli altri utenti della strada.

Documenti falsi, vari alias, ed una elevata capacità di sfuggire ai controlli varcando i confini di vari paesi, non hanno impedito agli uomini del Comando Provinciale Carabinieri di Venezia, in stretta collaborazione con il personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, di braccare il fuggitivo ed arrestarlo.

Lo scambio informativo tra lo SCIP – Interpol NCB Rome e gli omologhi dei vari paesi dell’area balcanica ha permesso la localizzazione e la successiva cattura dell’uomo in territorio ellenico, in una zona a ridosso del confine albanese.

Ricordiamo che il 21 gennaio scorso a Prosecco, non lontano da Trieste, gli agenti a bordo di una volante della Polizia avevano sparato in aria nel tentativo di bloccare la vettura con targa svizzera che poi aveva fatto perdere nuovamente le proprie tracce.

L’auto era stata poi trovata nel Trevigiano completamente bruciata dai malviventi nel tenativo di cancellare le proprie tracce.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore